Rassegna documentari sull’arte di Festival Artecinema

Giovedì 3 dicembre 2015 presso il Teatro “Antonio Niccolini” dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, dalle ore 15.00 alle ore 21.00, il Festival Artecinema presenterà una rassegna di documentari sull’arte contemporanea dedicata alle produzioni italiane.

La sezione italiana di Artecinema nasce con l’intento di divulgare il lavoro dei registi e dei produttori italiani.

Il genere del documentario sull’arte rientra a pieno titolo nella storia del cinema italiano ed ha avuto nel nostro paese iniziatori importanti che hanno contribuito a far conoscere al mondo la nostra cultura storico-artistica.

Questa tradizione è portata avanti da una nuova generazione di registi e merita di essere valorizzata.

ORE 15.00
GIORGIO DE CHIRICO, TRA RIVELAZIONE ED ENIGMA
Christina Clausen, Italia, 2014, 52’, italiano

Giorgio De Chirico, custode della grande tradizione pittorica, è stato precursore del moderno: artista, scultore innovativo, formidabile visionario, ma anche umanista, filosofo e perspicace osservatore dell’essere umano nelle sue contraddizioni. Il documentario ripercorre la sua vita artistica e privata, indagando aspetti poco conosciuti della sua personalità e del suo pensiero attraverso le testimonianze di Ruggero Savinio, Paolo Portoghesi, Claudio Strinati, Gianni Vattimo, Angela Carpentieri e Ascanio Celestini.

ORE 16.00
MICHELANGELO PISTOLETTO – CENTO MOSTRE / IL TERZO PARADISO
Matteo Frittelli, Italia, 2013, 13’, italiano

Un ritratto intenso e multiforme dell’opera e del pensiero di Michelangelo Pistoletto girato in occasione della mostra alla Galleria Continua di San Gimignano nel 2013.
Il film è incentrato sull’opera Cento Mostre nel mese di ottobre (1976), una sorta di ricettario di idee per 100 possibili mostre e opere, molte delle quali sono state in seguito realizzate. Si affiancano al racconto riprese di nuovi lavori come l’installazione site specific Il Terzo Paradiso.

ORE 16.15
ANISH KAPOOR – DESCENSION
Matteo Frittelli, Italia, 2015, 11’, inglese

Riconosciuto a livello internazionale come uno dei più significativi artisti contemporanei, Anish Kapoor torna ad esporre in Italia con la mostra Descension, un progetto espositivo appositamente concepito per gli spazi del cinema teatro della Galleria Continua di San Gimignano. Cuore della mostra è l’installazione Descension, che dà il titolo alla personale. Le parole dell’artista, intervistato nei giorni dell’allestimento, accompagnano le immagini delle opere esposte.

ORE 16.30
PROSPETTIVA VEGETALE – GIUSEPPE PENONE
Francesco Fei, Italia, 2014, 20’, italiano

Realizzato in occasione della mostra personale di Giuseppe Penone al Forte di Belvedere e al Giardino di Boboli di Firenze, il film Prospettiva Vegetale segue l’artista nei giorni dell’allestimento, offrendoci uno sguardo privilegiato sul suo lavoro e sulle complesse operazioni necessarie per l’installazione delle sue sculture. Le opere di Penone generano un dialogo serrato tra scultura, architettura e paesaggio, in un rapporto profondo tra uomo e ambiente, tra corpo e natura.

ORE 17.00
KOUNELLIS A PECHINO
Andrea Cavazzuti, Cina, 2011, 50’, italiano

Nel 2011, nell’ambito del progetto Translating China, Jannis Kounellis viene invitato dal Today Art Museum di Pechino a realizzare delle opere in Cina e ad esporle in una grande mostra personale. Il film documenta la permanenza di Kounellis a Pechino, l’assemblaggio finale delle opere e l’allestimento della mostra fino alla sua inaugurazione. La Cina, l’Arte Povera, la storia, il mestiere dell’artista sono gli argomenti che emergono dalle riflessioni di Kounellis mentre si confronta con questa nuova realtà.

ORE 18.00
L’IMMORTALE (GINO DE DOMINICIS)
Giorgio Treves, Italia, 2011, 49′, italiano

L’universo, il mistero e l’opera di Gino De Dominicis, uno dei più interessanti artisti italiani della seconda metà del ‘900, ricostruiti attraverso molte delle sue opere e le testimonianze di critici, amici e collezionisti come Achille Bonito Oliva, Maurizio Calvesi, Vittorio Sgarbi, Fabio Sargentini, Fabrizio Lemme, Italo Tomassoni e altri.

ORE 19.00
DAVIDE RIVALTA, LO SGUARDO DELL’INNOCENZA
Elena Matacena, Italia, 2015, 28’, italiano

Dalla primavera del 2014 all’estate del 2015, la regista ha seguito e documentato l’intero processo creativo di Davide Rivalta, dall’ideazione alla realizzazione delle sue opere. Vediamo i gorilla installati nel 2002 nel cortile del Tribunale di Ravenna, le monumentali bufale in bronzo nel paesaggio che circonda la Chiesa di Sant’Apollinare in Classe a Ravenna, i disegni murali all’interno di spazi privati tra Napoli e Parigi, e l’orso realizzato per piazza San Domenico ad Arezzo nel 2015.

ORE 19.45
ROSY ROX, TEMPO INTERIORE
Fiamma Marchione, Italia, 2013, 8’, senza dialoghi

La lunga storia di Castel Sant’Elmo viene scandita attraverso il tempo interiore di Rosy Rox, vincitrice, con la sua opera, della seconda edizione del concorso “Un’opera per il Castello”. Il tempo interiore di Rosy Rox è un’installazione che sposa lo spirito del luogo, restituendo all’orologio di Piazza d’Armi, ormai muto da tempo, tre energiche lame, poste in sostituzione delle lancette dei secondi, dei minuti, e delle ore in un dialogo che ripercorre i tracciati del dolore. L’opera ci invita a una riflessione sulle crudeltà perpetrate, tra le ombre della civiltà, nei confronti della diversità, dell’altro, della libertà di pensiero.

ORE 20.00
PIERO MANZONI, ARTISTA
Andrea Bettinetti, Italia, 2013, 54′, italiano

Protagonista della storia dell’arte contemporanea, a più di cinquant’anni dalla sua scomparsa, Piero Manzoni (1933-1963) è tuttora un artista di grande attualità. Il documentario, realizzato con la collaborazione della Fondazione Piero Manzoni, attraverso testimonianze dirette di amici, familiari e artisti che l’hanno conosciuto e frequentato, vuole ricostruire la personalità dell’uomo, mostrare il suo percorso artistico attraverso le sue opere e i progetti incompiuti, esplorare il segreto della sua incredibile attualità.

unnamed



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
03/12/2015 / 15:00 - 21:00

Luogo
Accademia di Belle Arti di Napoli