Roberto Paci Dalò & Rupert Huber – Eden

Creato per GALLLERIAPIÙ

Roberto Paci Dalò & Rupert Huber

Eden

31.01.16 h.18.30

Concerto site-specific c/o I Portici Hotel

INGRESSO SOLO SU INVITO

Roberto Paci Dalò (musicista e artista visivo) e Rupert Huber (musicista e, insieme a Richard Dorfmeister, leader del mitico gruppo austriaco TOSCA) presentano in prima assoluta il nuovo progetto Eden creato per GALLLERIAPIÙ in occasione di Arte Fiera.

Eden è un’immersione nel suono. Partendo da strumenti acustici (pianoforte, clarinetto e clarinetto basso) riverberati attraverso una delicata elettronica, i due artisti conducono un’emozionante esplorazione acustica che si muove tra evocazioni di melodie, contrappunti madrigaleschi, pulsazioni leggere.

Eden è una cartografia percettiva che lavora sui dettagli. Un’evocazione di una forma classica come può essere il duo clarinetto-pianoforte per trasformare qualcosa di apparentemente usuale in un viaggio sonico inaudito, dove l’elettronica gradualmente crea spazi che moltiplicano il suono e lo diffondono guidando il pubblico in un’esperienza di totale immersione, in cui suono, ambiente, luce diventano parte integrante dell’opera.

Il lavoro investiga sul luogo di presentazione, l’ex teatro Eden Kursaal ora sede del ristorante stellato de I Portici Hotel. Il concerto site-specific riflette sia sulla location che sulla sua storia musicale, sociale e culturale.
Eden è un viaggio nello spazio e nel tempo insieme ai fantasmi del luogo, immaginando che alcuni dei suoni dell’epoca siano rimasti intrappolati tra le pareti del teatro ed il progetto del duo li possa rendere di nuovo udibili.

Il teatro Eden Kursaal era, tra fine ‘800 e i primi del ‘900, l’antico café chantant definito “il tempio del varietà a Bologna” in cui si esibivano le più famose vedette dell’epoca. Inaugurato dal sindaco Dallolio nel 1899, era dotato di una grande sala al pianterreno per il caffè concerto e di un salone ristorante (più varie salette per il gioco) al piano nobile, affacciato sulla Montagnola. Era decorato all’interno con ferri battuti e ringhiere in stile liberty di Sante Mingazzi, mentre l’illuminazione era stata curata dalla ditta tedesca Ganz. Il riscaldamento a vapore era diffuso dai primi termosifoni apparsi a Bologna. Negli anni della Belle Époque aveva ospitato tutti i grandi protagonisti dello spettacolo leggero, da Petrolini alla bella Otero. Il palazzo diverrà in seguito sede della Società Elettrica.

Roberto Paci Dalò, compositore, musicista (clarinetti e elettronica), artista visivo, regista. Guida il gruppo Giardini Pensili che ha co-fondato nel 1985. Un pioniere nell’utilizzo delle tecnologie digitali e telematiche in arte ha presentato proprie opere in Cina, Giappone, Russia, Europa, Canada, USA, Messico, America Latina, Israele, Medio Oriente, Africa nei principali festival e musei. Tra gli altri Palais des Beaus Arts Bruxelles, Opera di Vienna, Biennale di Venezia, Musica Strasbourg, Budapest Autumn Festival, Kunsthalle Wien, Locarno Film Festival, Fundaciò Joan Mirò Barcelona, Wien Modern, Ars Electronica Linz, Charlottenborg Copenhagen, ZKM Karlsruhe, Bienal de Radio México, SH Contemporary, SKIF St. Petersburg, MaerzMusik / Berliner Festspiele. Collaborazioni includono Kronos Quartet, Massive Attack, Almamegretta, David Moss, Alvin Curran, Rupert Huber, Mouse on Mars, Tom Cora, Stefano Scodanibbio, Robert Adrian X, Fred Frith, Terry Riley, Tom Cora, David Moss, Robert Lippok, Akio Suzuki, Philip Jeck, Scanner, Sacri Cuori, Maurizio Cattelan, Giorgio Agamben, Predrag Matvejevic’. Ha creato nel 1995 Radio Lada, una delle prime web radio. Ha vinto il premio Künstlerporgramm des DAAD (Berlino) e il Premio Napoli 2015 per la lingua e la cultura italiana. Ha ricevuto due nomination per Interactive Arts a Ars Electronica Prize (Linz), artist-in-residence presso la Djerassi Foundation (Woodside, California). Professore di Interaction Design a UNIRSM Università della Repubblica di San Marino / IUAV Venezia. Ideatore di Velvet Factory e della Scuola di Radiofonia. Roberto è nato a Rimini ed è cresciuto a Tremosine sul Garda. Ha vissuto a Berlino, Roma, Napoli con residenze a Vancouver. Vive e lavora sulle colline di Rimini.
robertopacidalo.com

Rupert Huber, compositore, artista del suono, musicista nato nel 1967. Vive a Vienna (Austria) ma lavora a livello internazionale. Con il gruppo TOSCA – Richard Dorfmeister e Rupert Huber – ha pubblicato 14 album in 20 anni, si è esibito a eventi internazionali di successo come il Coachella Festival e ha vinto l’Amadeus Austrian Music Award. I lavori spaziali e installativi di Rupert Huber (Turmgesang, Stadtmusik, Erinnerungswellen) si focalizzano sulla tematica delle possibilità di comunicazione all’interno di un dato spazio con il pubblico presente e i suoni dell’ambiente stesso. La sua musica integra la sonification di dati (airport soundscapes e building bridges) e include performance telematiche, eventi e concerti (near the distance 2), oltre a progetti live, per radio e per il web (darb-i fetih). Le composizioni musicali di Huber (principalmente per pianoforte) esplorano l’architettura del suono descrivendone processi e spazi. Questo approccio nel creare partiture viene utilizzato dall’artista anche per la creazione di opere (quadri e sculture), distillando l’essenza della musica in forma tangibile (teardrops e 4.1). La sua attività musicale spazia da composizioni su commissione (Wiener Festwochen, Centre Pompidou, Ars Electronica Festival), a colonne sonore per il cinema (Food Design, Freud’s Lost Neighbors: Berggasse 19), per la televisione (C.S.I. Miami, Sex and the City), per la radio (ORF, Deutschlandradio), e oltre. Ha collaborato tra gli altri con AGF, Chris Eckman, Sam Auinger, Alvin Curran, Robert Adrian x, Horst Hörtner, Garbiel Orozco, Roberto Paci Dalò. Rupert Huber ha studiato composizione a Vienna. E’ un ex allievo del DAAD – programma di residenze artistiche a Berlino (1997), è stato membro della giuria del Prix Ars Electronica (2007, 2009) e candidato al World Technology Award nel 2010.
ruperthuber.com

image013



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
31/01/2016 / 18:30 - 20:00

Luogo
Hotel i Portici