Frieze New York 2013

Dopo il successo dell’edizione inaugurale dello scorso anno, la seconda edizione di Frieze New York – che avrà luogo a Randall’s Island, Manhattan, dal 10 al 13 maggio – con più di 180 gallerie d’arte contemporanea accuratamente selezionate sotto la direzione di Amanda Sharp e Matthew Slotover, sarà la fiera più grande mai organizzata da Frieze.

L’edizione 2013 è caratterizzata da una forte presenza di gallerie americane (di cui ben 54 di New York) ed europee, unite a numerose gallerie provenienti dal resto del mondo: 32 sono i Paesi rappresentati in totale (Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, India, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Corea, Libano, Nuova Zelanda, Norvegia, Polo- nia, Romania, Russia, Sud Africa, Spagna, Sviz- zera, Paesi Bassi, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e America). Le gallerie partecipanti per la prima volta alla Main section della fiera saranno Marian Goodman Gallery (New York); Goodman Gallery (Johannesburg); L&M Arts (Los Ange- les); Luhring Augustine (New York); galerie kamel mennour (Parigi); Project 88 (Mumbai); e Jack Shainman Gallery (New York). Gli artisti presentati dalle gallerie con solo shows saranno Ale- xandre Da Cunha (CRG gallery, New York); Zan- der Blom (Stevenson, Cape Town); Carlos Bunga (Galeria Elba Benitez, Madrid); Jack Early (McCaffrey Fine Art, New York); Tino Seghal (Marian Goodman Gallery, New York); e Dianna Molzan (Overduin & Kite, Los Angeles). Mentre parteciperanno in coppia gli artisti John Wesley e Mary Reid Kelley (Fredericks & Freiser, New York); Pae White e Roe Ethridge (Andrew Kreps Gallery, New York, e greengrassi, Londra); e Te- resita Fernández e Do Ho Suh (Lehmann Mau- pin, New York).

Le gallerie della Sezione Focus (nel mondo dell’arte da non oltre dieci anni) si propongono sia con la formula di solo stands, presentando i lavori di un singolo artista, che con progetti curatoriali pensati specificamente per Frieze e mai visti in altre fiere: gli artisti spaziano da Sara VanDerBeek, per Altman Siegel (San Francisco) a Joan Semmel per Ale- xander Gray Associates (New York); Ivan Gallery (Bucharest) con Geta Brătescu, Horia Bernea e Paul Neagu; Galerie Mezzanin (Vienna) con i lavori di Thomas Bayrle e Gerald Domenig; e il solo project di Henry Taylor per Untitled (New York).

La Sezione Frame, supportata da Joe Fresh e curata da Rodrigo Moura e Tim Saltarelli, propone una selezione di lavori inediti di singoli artisti non ancora conosciuti a livello internazionale, ed è dedicata a giovani gallerie con meno di sei anni di esperienza e provenienti da tutto il mondo, tra le quali: Fiona Connor (Hopkinson Cundy, Auckland); Liu Chuang (Leo Xu Projects, Shanghai); Sophie Bueno- Boutellier (Circus, Berlino); Steve Bishop (Car- los/Ishikawa, Londra); Patricia Leite (Mendes Wood, San Paolo); e Antek Walczak (Real Fine Arts, New York).

Tra le gallerie italiane confermano la propria presenza Alfonso Artiaco, Napoli; Galleria Continua, San Gimignano; Raffaella Cortese Milano; Massimo De Carlo Milano-Londra; Massimo Minini, Brescia; Franco Noero Torino; Galleria Lorcan O’Neill, Roma. 

carlow_

Translate »