home Personaggi I Resti di Bisanzio / Carlo Michele Schirinzi

I Resti di Bisanzio / Carlo Michele Schirinzi

Un viaggio senza senso,
un’urgenza di vuoto
– da foga iconoclasta bizantina –
(nella storia e nella geografia dei personaggi),
un ciclico ritorno
ed un vagar per scene ed immagini come il perdersi
nei tasselli musivi calpestati d’Otranto
C. M. Schirinzi

Così Carlo Michele Schirinzi, artista, regista e videomaker, racconta un Basso Salento melanconico e privo di identità strutturata, nel suo primo lungometraggio I resti di Bisanzio.

Alla critica serrata sul tempo che fugge nella società dell’apparenza, si accosta la figura fragile di un uomo che coltiva la necessità di reinventarsi, senza alcun esito positivo.

Il film narra di un eroe inerme, di un caos d’affetti, di una crisi di valori e di sistema; elementi che si coniugano nella trama di un cinema sperimentale, ricco di citazioni colte, di simboli ed immagini che si rifanno alla storia, alla storia dell’arte e della cinematografia, alla cultura popolare salentina.

Translate »