home Brevissime, Personali Luigi Ravasio. Geometrie in movimento

Luigi Ravasio. Geometrie in movimento

A Cagliari, nella hall dell’Hotel Italia, è in corso la personale Geometrie in movimento di Luigi Ravasio a cura di Rita Grauso. Le quasi quaranta opere in mostra si snodano nelle varie sale dell’ingresso dell’hotel in diverse forme e dimensioni.

La ricerca geometrica di Luigi Ravasio, classe 1935, parte da schemi matematici ben definiti con spirali, curve e forme che coinvolgono lo spettatore fino a farlo immergere nelle sue tele ad olio o nelle tempere su carta. Gli stessi bozzetti preparatori, che a prima vista sembrerebbero progetti architettonici del futurista Sant’Elia, assurgono ad opera d’arte con il loro meticoloso e coinvolgente tratto.

Cinque tele tonde ci accompagnano sulla scala che ci conduce all’opera più grande (120×120), l’unica con il fondo bianco, mentre nelle nicchie della parete adiacente trovano alloggio, quasi come naturale collocazione, sei opere su carta. La mostra poi si snoda nei diversi ambienti della hall sorprendendo lo spettatore nella maestria dell’accostamento di colori e forme che sono la grammatica del linguaggio di Luigi Ravasio.

Come sottolinea Rita Grauso nella sua presentazione «Questa personale di Luigi Ravasio racconta le suggestioni di un artista che si esprime attraverso una rara sensibilità ricca di emozioni e sorprende l’osservatore nel cogliere il significato più nascosto delle sue rappresentazioni.»