home Accademie, Eventi, Performance Nutricazea: Seminare una cultura

Nutricazea: Seminare una cultura

Nutrica, termine che deriva dal latino nutricare, da nutrire, alimentare per mezzo della voce; nutricus balio, propriamente che nutre, che educa, dare altrui il nutrimento cioè cibo e alimento, per sostenerlo; allevare, educare.

Ad oggi, il controllo del cibo e la sua distribuzione sono veicolati da un gruppo di multinazionali che promuovono la diffusione dei semi ibridi. La possibilità di scegliere cosa “nutre” e cosa no è una necessità viva di questo tempo. Riscoprire il legame con la terra e i suoi ritmi può essere la via per questa consapevolezza. Perciò nutrica è di più. Nutrica è Arte.

Lo scorso 7 maggio a Castelnuovo Magra ha avuto luogo un evento promosso dalla Terapeutica Artistica, Biennio Sperimentale dell’Accademia di Brera di Milano, in collaborazione con la Banca del Seme di La Spezia che da tempo ha avviato un’azione di recupero dei semi (grano, frumento, ecc.) non modificati geneticamente. Questa performance realizzata da artisti ed esperti delle colture è NutricaZea, «Opera Condivisa “in progress”», spiega Tiziana Tacconi, docente dell’Accademia di Brera, «che parte dal seme e arriva al cibo, nella sua naturale ciclicità». Il progetto nelle diverse fasi, attraverso l’arte, crea una nuova (o meglio, ritrovata) realtà di condivisione, consapevole del valore immenso che ha la nutrizione, per corpo e anima.

Seminare come curare, «atto d’amore che è testimonianza di un impegno verso quella piccola vita» racconta Carolina, che sta seguendo la sua strada come artista terapista, «dell’esserci, per fornire i mezzi necessari per crescere e dare i propri frutti», emblema dell’approccio trasformativo della Terapeutica Artistica. Ciò che i partecipanti hanno vissuto: una metamorfosi che innesta nel “qui e ora”, seguendo le orme di quelle comunità antiche che hanno esplorato un indivisibile legame con la materia e la sua energia.

Camminare, danzare sulla Grande Madre… Il vento? Ha raccolto le nostre preghiere. E le ha seminate. Dal cielo sopra di noi, alla terra sotto di noi e i nostri cuori con loro.

Maddalena Ferrato

Translate »