home Notiziario Patrick Tuttofuoco, ZERO (Weak Fist)

Patrick Tuttofuoco, ZERO (Weak Fist)

Si inserisce perfettamente nello spazio urbano l’installazione di Patrick Tuttofuoco, ZERO (Weak Fist), costituitasi come una delle tappe imprescindibili del main program di ART CITY.  ZERO (Weak Fist) è un’opera d’arte pubblica, una scultura in viaggio che attraversa città, luoghi di transito e incontro.

L’opera di Patrick Tuttofuoco, partita dall’Arco di Augusto a Rimini e passata per il cortile dell’Ambasciata Italiana a Berlino, riflette sulle opportunità di scambio tra individui e culture, si fa emblema di variabilità nel suo apparire mutevole tra il giorno e la notte.

ZERO (Weak Fist) stabilisce un dialogo con le architetture collocandosi tra queste ultime, invitando il fruitore a meditare sulla storia.

La scultura transitante di Patrick Tuttofuoco, installata nella piazzetta di Porta San Donato a Bologna come ultimo approdo, riflette sui concetti di mobilità e connessione, sul principio di “zero” come origine delle cose alla ricerca una continuità tra esse.

Patrick Tuttofuoco vive e lavora tra Berlino e Milano. Il suo lavoro si concentra sulla rielaborazione di forme provenienti dall’esperienza visiva a contatto con il paesaggio urbano, facendo spesso riferimento, sul piano tematico, al rapporto tra l’ambiente e gli individui che lo abitano.

Il progetto ZERO (Weak Fist) è promosso dal Polo Museale dell’Emilia Romagna con la collaborazione del Comune di Rimini, l’Accademia di Belle Arti di Bologna, l’Istituto Italiano di Cultura a Berlino e l’organizzazione culturale Xing.

ZERO (Weak Fist) è l’opera vincitrice della prima edizione del bando Italian Council (2017), concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo.

L’installazione resterà visibile al pubblico nella città di Bologna fino al 17 febbraio 2019