Unf(o)unded

L’Associazione Yoruba presenta, fino al 30 Aprile nelle sale del Museo casa Ariosto di Ferrara, il progetto espositivo Unf(o)unded. Il provocatorio evento, a cura di Federica Zabarri, coinvolge trentadue curatori italiani, dieci audioguide, un’ora di arte contemporanea e… nessuna opera! Attraverso l’uso del racconto, viene sollevata la spinosa questione di come, seppure l’arte senza fondi non possa che essere immaginata, da un altro punto di vista la mancanza di investimenti debba essere considerata in un’ottica di sfida, anziché di ostacolo. Opere di Marina Abramovic e Ulay, Francis Alys, Louise Bourgeois, Jone Cage, Sophie Calle, Maurizio Cattelan, Gino De Domenicis, Fluxus, Raimondo Galeano, Subodh Gupta, Rebecca Horn, Yves Klein, Jeff Koons, Joseph Kosuth, Piero Manzoni, Hidetoshi Nagasawa, Bruce Nauman, Shirin Neshat, Claes Oldemburg, Nam June Paik, Juanjo Saez, Tino Sehgal, Santiago Sierra e Felix Gonzales-Torres sono raccontate dai curatori Angelo Andreotti, Guido Bartorelli, Ada Patrizia Fiorillo, Gilberto Pellizzola, Ludovico Pratesi Stefania Schiavon e dai giovani curatori Lorenzo Balbi, Maria Livia Brunelli e Eva Beccati, Giorgio Caione, Letizia Calori e Violette Maillard, Alessia Candeo, Annalisa Cattani, Fulvio Chimento, Giulia Furlanetto, Simona Gavioli, Eléonore Grassi, Teresa Iannotta, Clio Kraskovic, Elisa Lenhard, Marianna Liosi, Massimo Marchetti, Maria Letizia Paiato, Raffaele Quattrone, Francesca Rizzardi, Alessandra Saviotti, Silvia Scaravaggi, Antonio Senatore, Elena Squizzato, Giulia Tiraboschi e Francesca Vason.

Translate »