home Anticipazioni, Fiere 2 mostre speciali per festeggiare i 40 di ARTE FIERA e River of Fundament di Matthew Barney in anteprima nazionale a Bologna

2 mostre speciali per festeggiare i 40 di ARTE FIERA e River of Fundament di Matthew Barney in anteprima nazionale a Bologna

EVENTI SPECIALI dell’edizione 2016 di ARTE FIERA

“ARTE FIERA 40”

Per festeggiare i 40 anni della Fiera è organizzata l’eccezionale mostra “ARTE FIERA 40” che presenta i Grandi Maestri dell’arte Italiana. Si tratta di un progetto espositivo, a cura di Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni, che ripercorre i 40 anni passati e offre una visione sui 40 futuri raccontando la storia stessa della Fiera fin dalla fondazione. La mostra si snoda in due sedi.

La prima, presso la Pinacoteca Nazionale di Bologna, si focalizza su una selezione di capolavori prestate dalle Gallerie protagoniste in fiera, come risultato di un lavoro di consultazione e di documenti d’archivio che propone uno spaccato dell’arte filtrato dal punto di vista del mercato e che conseguentemente considera gli artisti di maggior successo sul piano delle vendite, nella consapevolezza che non si può prescindere dal dato economico, parametro fondamentale nel decretare l’importanza di un’opera d’arte e il ruolo di un artista. Si tratta di un lavoro finalizzato a valorizzare quelle presenze più assidue e gli artisti più esposti che hanno indubbiamente contribuito al successo dell’arte italiana nel mondo, un successo al quale non può essere sottratto il ruolo svolto da Bologna e dalla Fiera nell’arte del Novecento. È in quei padiglioni e nella brevità di quei giorni in cui tutto il mondo dell’arte s’incontra che il pubblico di Arte Fiera ha potuto verificare nel corso della sua esperienza le tendenze, la loro tenuta, il loro riconoscimento, graduale e costante, in Italia e all’estero o l’imporsi, di quelli che sono stati negli anni, di figure protagoniste delle varie stagioni creative.

La seconda occupa gli spazi della Collezione Permanente del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna dove è presentata una selezione di opere acquisite da BolognaFiere. Qui si possono vedere i lavori di indiscussi maestri, in un arco cronologico che va dall’attività di Morandi fino all’anno Duemila circa, con particolare attenzione per il periodo anni Settanta e Novanta, ai quali si affiancano le opere di artisti emergenti, che lascia trasparire l’importanza che Arte Fiera ha dedicato negli anni alla ricerca dei più giovani, sostenendoli con premi e iniziative di valorizzazione, oltre che strettamente legate al mercato, anche istituzionali.

Come dichiarano i curatori Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti: «È d’obbligo un’avvertenza: avvicinandoci all’oggi diventa ovviamente più difficile parlare di maestri, se mai di artisti di riconosciuta qualità che possiamo immaginare, diventino i protagonisti del futuro prossimo, ed è in vista di ciò che sono presenti in mostra». Dunque, un grande progetto espositivo che vuole restituire in prima battuta alla storia dell’arte del nostro Paese il ruolo che le spetta, confermando quella tendenza che vede l’italianità dominare in questo preciso momento i mercati internazionali, ma al contempo aprire uno sguardo ai più giovani per ribadire con forza l’urgenza di scommettere sul futuro. Proprio per offrire uno sguardo rivolto al futuro, tutte le Gallerie ammesse a questa edizione di Arte Fiera sono state invitate a esporre opere di artisti “Under 40”. Un comitato, formato da curatori e direttori di grandi istituzioni museali e artistiche internazionali, durante la Fiera sceglierà le opere ritenute migliori che saranno successivamente portate in Pinacoteca per affiancare i grandi Maestri. Il comitato di “Under 40” è composto da Francesco Bonami (curatore), Luca Lo Pinto (curatore Kunsthalle di Vienna), Laura Carlini Fanfogna (direttrice Istituzione Bologna Musei), Giacinto Di Pietrantonio (direttore GAMEC di Bergamo), Hou Hanru (direttore MAXXI di Roma), Andrea Bellini (Direttore Centro d’Arte Contemporanea di Ginevra), Alberto Salvadori (direttore del Museo Marino Marini). Le opere e il lascito di Arte Fiera esposti nella mostra saranno raccolte in un prestigioso volume edito da Corraini, che grazie ad autorevoli firme racconterà l’evoluzione dell’arte contemporanea italiana, dei collezionisti e dei galleristi, e degli artisti che hanno fatto assieme la storia della principale manifestazione italiana di questo settore, testimoniando la vicenda di Arte Fiera nello svolgersi della cultura dell’arte contemporanea a Bologna e oltre i suoi confini.

Entrambe le mostre di “ARTE FIERA 40” saranno visitabili fino alla fine di marzo.

RIVER OF FUNDAMENT: il capolavoro di Matthew Barney in anteprima nazionale a Bologna.

Fra gli eventi speciali più attesi c’è la proiezione di River of Fundament, l’opera di Matthew Barney che sarà proiettata il 29 gennaio presso il Teatro Comunale. Un evento di arte internazionale che unisce cinema, musica, performance e teatro in una grande opera, un lungometraggio in precedenza proiettato “nei – principali – luoghi centrali delle avanguardie” quali il Bayerische Staatsoper di Monaco, il Ruhrtriennale di Essen, il Center for the Art of Performance di Los Angeles, l’English National Opera di Londra e l’ IFC Center di New York.

Il film, scritto e diretto da Matthew Barney, musicato da Jonathan Bepler e prodotto da Matthew Barney e Laurenz Foundation, parte ed è concepito da diverse sperimentazioni ispirate al romanzo Ancient Evenings di Norman Mailer, che descrive in dettaglio sette stati dell’anima dalla morte fino alla rinascita secondo la mitologia egizia, dal quale Matthew Barney e Jonathan Bepler hanno dato origine al progetto a un film in sette parti intitolato dove strumenti narrativi e tradizionali del cinema si combinano a elementi di live performance, scultura e opera. Ambientata nell’Egitto pre-cristiano, la trama di Mailer. Le riprese comprendono la partecipazione di un’ampia gamma di ospiti, sia reali – tratti dall’ambiente intellettuale vicino a Mailer – sia immaginari, come alcuni derivanti dal mondo di Cremaster, originando un affresco al tempo stesso violento, erotico, intriso di cupo umorismo, profondamente radicato nell’immaginario americano moderno.

http://www.artefiera.it/eventi/eventi-in-citta/arte-fiera-40/2051.html

 

Translate »