home Anticipazioni, Inaugurazioni, Notiziario, Vernissage 55. Esposizione Internazionale d’Arte Padiglioni nazionali

55. Esposizione Internazionale d’Arte Padiglioni nazionali

Apre al pubblico sabato 1° giugno ai Giardini e all’Arsenale la 55. Esposizione Internazionale d’Arte dal titolo Il Palazzo Enciclopedico, curata da Massimiliano Gioni e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.

La Mostra è affiancata da 88 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. Sono 10 i Paesi presenti per la prima volta: Angola, Bahamas, Regno del Bahrain, Repubblica della Costa d’Avorio, Repubblica del Kosovo, Kuwait, Maldive, Paraguay e Tuvalu. Novità assoluta è anche la partecipazione della Santa Sede con una mostra allestita nelle Sale d’Armi.

Per l’edizione 2013 la Germania e la Francia hanno concordato una linea originale, uno scambio dei propri padiglioni: la curatrice del Padiglione Germania Susanne Gensheimer propone i lavori di quattro artisti internazionali –  una proiezione di diapositive dell’indiana Dayanita Singh, le foto del sudafricano Santu Mofokeng, i film del regista franco-tedesco, Romuald Karmakar, e l’opera scultorea costtuita da 886 sgabelli in lego realizzata dal cinese Ai Weiwei.

Il curatore del Padiglione francese  Christine Macel, ha scelto invece i lavori dell’artista albanese Anri Sala, a rappresentare la Francia con il progetto Ravel Ravel Unravel (2013) pensato per gli spazi del Padiglione tedesco.

GermaniaPadFrancia2

Ai Weiwei, Bang, vista dell’installazione 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per il Padiglione Gran Bretagna l’artista prescelto è Jeremy Deller, che presenta il suo nuovo lavoro filmico, English Magic: la mostra riflette le radici di gran parte del lavoro dell’artista, concentrato  sulla società britannica – la sua gente, le sue icone, i miti, il folklore e la storia politica e culturale – con la capacità di mescolare l’alto e il basso, il popolare e il raffinato creando un’opera unica e provocatoria.

GranBretagna

Jeremy Deller, English Magic

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Joana Vasconcelos, chiamata a rappresentare il Portogallo, ha portato in laguna, con il suo progetto Trafaria Praia,  la versione portoghese del vaporetto veneziano. Affondando le radici nello storico rapporto tra Portogallo e Italia passando attraverso il commercio, la diplomazia e l’arte, Trafaria Praia volge lo sguardo alla connessione  presente tra le città di Lisona e Venezia attraverso i tre elementi dell’acqua, della navigazione e della nave, e costituisce un’allegorica corrispondenza tra il ferry-boat lusitano, il cacilheiro, e il pittoresco vaporetto veneziano.

Joana Vasconcelos Trafaria Praia

Portogallo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il curatore Mike Kuraya ha scelto i lavori abstract speaking – sharing uncertainty and collective acts dell’artista multimediale Koki Tanaka a rappresentare il Padiglione Giappone.

 

Koki Tanaka, abstract speaking – sharing uncertainty and collective acts

Giappone

 

 

 

Translate »