Fiumara d’arte, il pizzo sulle opere di Antonio Presti