home Notiziario, Personaggi Premio Rothschild 2011 a Ludovica Carbotta

Premio Rothschild 2011 a Ludovica Carbotta

Gli appartamenti storici di Palazzo Reale a Milano ospitano, fino al 1 Maggio, l’esposizione delle opere degli artisti selezionati per la V edizione del Premio Ariane de Rothschild. La mostra Alla scoperta dei giovani artisti italiani, curata da Laura Barreca e Marcello Smarrelli, si avvale di un percorso espositivo ideato dallo studio di architettura Salottobuono con l’idea di costruire una moderna Wunderkammer, curiosa e preziosa, in cui le opere contemporanee si confrontano con le forme neoclassiche degli spazi. In occasione dell’inaugurazione, il 5 Aprile, si è riunita la giuria presieduta dalla Baronessa Ariane de Rothschild e composta da Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente dell’omonima Fondazione; Richard Armstrong, direttore del Solomon R. Guggenheim Museum di New York; Adam Budak, curatore dell’Universalmuseum Joanneum di Graz; Henri-Claude Cousseau, direttore dell’École nationale supérieure des beaux-arts di Parigi; Mark Lewis, docente presso il Central Saint Martins College of Art and Design di Londra e dall’artista Francesco Vezzoli.

Il premio, consistente in una borsa di studio per un anno di residenza al Central Saint Martins College of Art and Design di Londra, è stato assegnato alla giovane artista torinese Ludovica Carbotta con la seguente motivazione: “È stato molto difficile per i membri della giuria prendere una decisione finale perché tutti i diciotto artisti nel loro lavoro esprimono onestà intellettuale, innovazione ed eccellenza. Siamo convinti che questa straordinaria mostra sia un mirabile esempio di ciò che l’Italia può dare al mondo attraverso la sua vitale scena artistica. Il linguaggio maturato da Ludovica Carbotta ha convinto la giuria per il modo in cui l’artista pone se stessa in relazione all’opera e allo spazio. Utilizzando materiali di recupero, Ludovica Carbotta ci dimostra come questi possano essere messi in rapporto in modo semplice, ma al contempo realizzando qualcosa di immensamente complesso. L’artista esprime una profonda consapevolezza nell’indagare il rapporto tra il caso e l’intenzionalità artistica, riuscendo a catturare tutte le innumerevoli contraddizioni del nostro universo più vicino. Ludovica trarrà certamente un grandissimo beneficio dall’anno accademico che trascorrerà al Central Saint Martins College of Art and Design di Londra, avendo la possibilità di approfondire la sua ricerca teorica e di sviluppare la pratica artistica in studio. Vogliamo inoltre estendere una menzione speciale ad Anna Franceschini, per la capacità poetica con la quale l’artista è riuscita a combinare l’idea di giocosità e leggerezza con il linguaggio video. La Franceschini è capace di descrivere la semplicità dell’attimo fuggente con l’acutezza e con un’immaginazione che non conosce confini“.

Questi i diciotto artisti selezionati per concorrere al Premio: Luan Bajraktari (Kosovo 1979), /barbaragurrieri/group (Barbara Gurrieri, Vittoria, 1978; Emanuele Tumminelli, Vittoria, 1977), Ludovica Carbotta (Torino, 1982), Rita Casdia (Barcellona Pozzo di Gotto, 1977), Danilo Correale (Napoli, 1982), Alessio delli Castelli (Regno Unito, 1979), Giulio Delvè (Napoli, 1984), Cleo Fariselli (Cesenatico, 1982), Anna Franceschini (Pavia, 1979), Riccardo Giacconi (San Severino Marche, 1985), Renato Leotta (Torino, 1982), Nicola Martini (Firenze, 1984), Margherita Moscardini (Donoratico, 1981), Caterina Nelli (Roma, 1979), Alek O. (Argentina 1981), Maria Domenica Rapicavoli (Catania, 1976), Santo Tolone (Como, 1979) e Christian Tripodina (Genova, 1981).

Translate »