home Anticipazioni, Art-Week, Fiere, Notiziario Tutto su la V Edizione dell’indipendente SETUP

Tutto su la V Edizione dell’indipendente SETUP

SETUP – la prima fiera indipendente di arte contemporanea a Bologna, ideata e diretta da Simona Gavioli e Alice Zannoni, torna nei dismessi locali del primo piano dell’Autostazione di Via XX Settembre dal 27 al 29 gennaio. Nella conferenza stampa di presentazione di giovedì 19 gennaio tutte le ricche e stimolanti novità che il format offre per questa Va edizione.

Intanto un po’ di numeri: La scorsa edizione ha visto crescere del 90% il numero di Gallerie e di Special Project, passando da 23 nel 2013 a 44 nel 2016, con 195 artisti presenti, più di 10.000 visitatori e oltre 255 mila euro di valore complessivo delle opere vendute. Pare stimolante anche il versante  internazionale, con la presenza di ben 60 gallerie espositrici, di cui complessivamente un quarto estere.

Confermato il format che coinvolge le tre figure chiave del sistema dell’arte contemporanea − artista, curatore-critico, gallerista − facendole interagire. Gli espositori presentano anche quest’anno un progetto curatoriale in linea con il tema guida di tutta la manifestazione, proponendo almeno un artista under 35, presentato da un testo critico di un curatore under 35. Il tema scelto per SetUp 2017 è l’ Equilibrio che gioca su un sottile paradosso che valorizza la mancanza di quiete come motore esistenziale. Spiegano le direttrici artistiche: “In coerenza con i tempi contemporanei, decisamente contrassegnati da instabilità è stato chiesto di indagare la condizione economica, sociale, politica, delle relazioni, geografica ma anche fisica, tecnologica, formale e di identità, attraverso un progetto curatoriale centrato sul tema dell’Equilibrio, in cui proporzione, armonia, simmetria, statica, così come eccesso, dinamica, sbilanciamento e azione delle forze, diventano i termini per una lettura del presente attraverso l’arte”.

Curiosi di vedere cosa proporranno le gallerie e curiosi di sapere i giudizi del Comitato Scientifico chiamato alla selezione dei progetti; comitato composto da Silvia Evangelisti – indiscussa protagonista del circuito dell’Arte Contemporanea, critica, storica dell’arte, curatrice e Direttore artistico di Arte Fiera fino al 2012 –, da Diego Bergamaschi, funzionario del settore finanza corporate e collezionista, che dal 2014 ricopre l’incarico di Vice Presidente nel Consiglio Direttivo degli Amici di GAMeC Bergamo, Club GAMeC e che insieme ad altri sei collezionisti, ha fondato nel 2015 Seven Gravity Collection, con lo scopo di promuovere il media video nell’arte contemporanea e di costruire una coerente collezione di video di giovani artisti internazionali.

Le sezioni si allargano a 5: Main Section, Solo Show, Drawing the World II, P(I)IGS CAN FLY e S.O.S SetUp Open Space.

MAIN SECTION Riunisce le gallerie italiane ed estere  e oltre al progetto concorrente, queste gallerie espongono in fiera la loro propria “scuderia”, offrendo al pubblico la possibilità di godere della gamma di opere che le contraddistingue. Elenco gallerie su http://www.setupcontemporaryart.com

SOLO SHOW La  sezione  abbraccia 6 gallerie che presentano un solo e unico artista. Direttamente da Clermont (Florida)  State of The Art Gallery and Magazine, insieme ad ABC arte Bologna Cultura (BO), ADD-art (Spoleto – PG), Galleria La Linea (Montalcino – SI), Stefano Bartoli (Vezzano Sul Crostolo – RE), STUDIO 38 CONTEMPORARY ART GALLERY (Pistoia).

Sia la categorica Solo Show che la categoria Main Section concorrono per il Premio SetUp conferendo rispettivamente 1.000 e 500 euro.

P(I)IGS CAN FLY Sezione curata da Eleonora Battiston, in cui si sono volute riunire cinque realtà internazionali: Portogallo con Módulo–Centro Difusor de Arte di Lisbona, Grecia con ALMA GALLERY di Atene, Spagna con le gallerie Blanca Soto di Madrid e Artizar di Tenerife e Irlanda con Steambox Gallery di Dublino – in cui l’Italia funge da paese ospite. Dalla fine del decennio scorso i mezzi di comunicazione internazionali hanno incominciato ad utilizzare l’acronimo PIGS per raggruppare quei paesi dell’area mediterranea e sud europea caratterizzati da economie deboli e situazioni di debito pubblico: Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. A questo gruppo si è presto aggiunta l’Irlanda (PIIGS) e geograficamente si è passati da una visione meridionale ad una marginale e periferica.

DRAWING THE WORLD II A conferma del continuo scambio fra SetUp e il panorama internazionale, torna Drawing the World II di Mónica Álvarez Careaga, curatrice e direttrice di Drawing Room Madrid, che risponde per la seconda volta all’invito di SetUp, presentando quattro gallerie con quattro artisti provenienti da contesti culturali diversi: l’indiano Natarajaa (Kerala, 1975), la polacca Dorota Buczkowska (Varsavia, 1971), il marocchino Mohamed Larbi Rahhali (Tetouan, 1956) e la spagnola Teresa Moro (Madrid, 1970), rappresentati da quattro gallerie di fama artistica internazionale: Ulf Larsson Galerie di Colonia, la Rodriguez Gallery di Poznan, Saida Art Contemporain di Tetouan e della Galleria Siboney di Santander.

S.O.S SETUP OPEN SPACE Novità della Va Edizione. La fiera si adorna di uno spazio per 9 progetti sperimentali, che recepisce, nell’a­cronimo l’idea di Spazio Aperto, la richiesta di soccorso lanciata ai visionari del mondo dell’arte, pronti a mettersi alla prova attraverso linguaggi ed espressioni rivoluzionari. Un modo per continuare a dare a spazio, dopo 5 anni di attività, a chi osa, a chi ha il co­raggio di essere irriverente, a chi non asseconda il gusto e non ha paura di proporlo, a chi non obbedisce, in poche parole a chi non teme di mostrarsi per quello che è. A celebrare questa sezione sono: Artegiro (Conzano – AL), C.A.C.C.A Centro per l’Arte Contemporanea sulla Cultura Alimentare (Bologna), Collaterart A.P.S. (Salerno), Current (Milano), Peninsula (Berlino), Polisonum (Roma), PrintAboutMe (Torino), Vinz Feel Free (Valencia – Spagna), Werkbank-Lana (Bolzano). Il progetto vincente di questa sezione si aggiudicherà il Premio Alviani ArtSpace, per aver saputo valorizzare il tema dell’equilibrio inteso come mancanza di quiete e capace di generare un motore esistenziale, sperimentando e osando più degli altri. L’artista selezionato sarà invitato a realizzare un progetto espositivo per spazio Alviani ArtSpace di Pescara durante la stagione 2017-2018, in linea con le finalità di ricerca e di contaminazione tra linguaggi artistici e tecnologici della galleria. A selezionare il vincitore sarà una commissione composta dai soci fondatori di Alviani ArtSpace insieme alla direzione di SetUp, composta da Simona Gavioli e Alice Zannoni. Il Premio sarà conferito da Lucia Zappacosta, Direttore Artistico di Alviani ArtSpace.

HANDOVER È l’altra novità di quest’anno, ossia una piccola sezione sperimentale dedicata all’essenza dell’art-design, ovvero alla questione dell’equilibrio − il tema di questa edizione − in rapporto al confine tra arte e design. L’intento è di mettere a sistema le relazioni, le connessioni e di dare il via ad una staffetta tra queste due sfere di produzione, pensando che sia possibile, oltre che necessario, circoscriverne un’identità. Hanno aderito alla proposta Alessandra Francesca Borzacchini, il cui progetto mostra come superare i limiti di oggetti di arredo in equilibrio coraggioso e temerario; la giovane azienda bolognese Camisa 11 Design, che condurrà il nostro sguardo su prodotti di essenza quotidiana, ma su cui l’arte prende vita e i cui prodotti sono parte integrante della manifestazione con l’allestimento del bookshop e dell’area lounge; l’azienda StoneLab Design che mescola sapientemente l’uso della tecnologia con l’abilità l’abilità artigianale nel lavorare la pietra naturale; il duo pluripremiato gumdesign e infine, i linguaggi di Walter Vallini in una produzione di pezzi unici, capaci di mettere in questione lo spazio attraverso la manipolazione della materia.

SPECIAL PROJECT In questo ambito i visitatori di SetUp 2017 all’ingresso della fiera saranno accolti dall’opera di Fabrizio Fontana K17 – presentata dalla galleria ART and ARS (Galatina) in anteprima assoluta a SetUp – un Kalashnikov gigante rivestito da oltre 20.000 piccoli giocattoli, una scultura sproporzionata che convince il pubblico di trovarsi davanti ad un oggetto “divertente” facendo dimenticare la funzione principale di quest’arma micidiale. A seguire, alcuni ritratti di Corto Maltese, con lo Speciale CORTO MALTESE e le prime apparizioni televisive animate, a cura di Andrea Losavio in collaborazione e grazie agli eredi Secondo Bignardi. Omaggio all’eroe prattiano Corto Maltese che proprio nel 2017 compie 50 anni, protagonista in questi mesi a Bologna con la grande mostra a Palazzo Pepoli “Corto Maltese e Hugo Pratt: 50 anni di viaggi nel mito”.

Fra gli Special Project, inoltre c’è il progetto Die Mauer 1961- 2016, di Paolo Balboni, dedicato al triangolo “cronaca-storia-memoria” che racchiude nel perimetro di 55 anni (dal 1961 – anno in cui venne eretto il Muro di Berlino – a oggi) la metamorfosi semantica del muro stesso da strumento di divisione a supporto di libera espressione; presente anche Marco Biscardi, con la serie Dittatori e la serie Exposure, una galleria suggestiva e di forte impatto riflessivo che, in equilibrio tra ironia e sarcasmo, sarà ospitata nella Collectors Lounge.

Il collettivo “instabile” LED B presenterà l’opera What about balance!, un ricercato, ma pur sempre quotidiano, tavolino completo di seduta, che muove una serie di magneti: un gioco sorprendente, inteso a rendere visibile l’invisibile mondo delle onde elettromagnetiche che ci attraversano e ci condizionano.

L’artista madrilena Tamara Arroyo esporrà una serie di sculture – Estructuras I, Realaciones – e disegni che traggono spunto dal design, da semplici moduli o elementi geometrici che si ispirano a elementi costruttivi e ornamentali dello spazio urbano.

Nell’atrio dell’Autostazione invece le opere di ETNIK e Corn79 del Cerchio e le gocce e Simbols di Raul, lavori site-specific eseguiti nella scorsa edizione.

AREA TALK – PROGRAMMA CULTURALE Confermato nell’atrio dell’Autostazione e offerto gratuitamente a tutti i cittadini e non solo ai visitatori della fiera per sostenere la fruizione culturale. Qui saranno presentati, fra conferenze, incontri e tavole rotonde, 13 interventi, che affronteranno il presente contemporaneo attraverso le declinazioni del tema equilibrio che ha guidato anche la programmazione degli appuntamenti. Il programma è curato da Serena Achilli, curatrice indipendente e Direttore artistico di Algoritmo Festival, e verte in particolare sulle presenze di tre sindaci rispettivamente Mattia Palazzi, Samuele Bertinelli, Raffaello Giulio De Ruggeri con la partecipazione di Andrea Cangini Direttore responsabile del Resto del Carlino e dell’On. Prof. Antimo Cesaro: Sottosegretario di Stato, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Una seconda sezione di conferenze è curata da Fabio Lucarelli, con Remember The Future, un format di contenuti itineranti che nasce come appendice al festival Voglia di Vintage di Mantova. Sabato alle 21.00 sarà programmata la conferenza EQUILIBRIO IN RETE: Chi siamo dietro uno schermo? Nella quale interverranno Selvaggia Lucarelli, Alessandra Airò e Alice Lizza.

VIP PROGRAM E COLLECTORS LOUNGE SetUp 2017 desidera celebrare l’equilibrio in tutti i sensi, offrendo al pubblico una serie di spazi esclusivi. Nell’ambito del Collectors Programme, studiato appositamente per un selezionato numero di collezionisti italiani ed europei, la Collectors Lounge – evoluzione della Vip Lounge della scorsa edizione – si distingue per essere l’area più esclusiva della fiera, grazie a un’atmosfera di indiscusso prestigio creata dagli allestimenti curati da Gianpaolo GAZZIERO – tempio del design e raffinato negozio di arredamento bolognese. GAZZIERO, in collaborazione con la prestigiosa azienda di design Cappellini, ha abbracciato la manifestazione condividendo con SetUp l’approccio alla scoperta del “bello” nella quotidianità, mettendo a disposizione per l’allestimento d’interni pietre miliari del design.

BOOKSHOP E AREA EDITORIA Come consueto, anche SetUp 2017 dedica una Special Area al Bookshop, uno spazio curato da Agenzia Nfc, in cui trovare cataloghi, libri d’arte, collane editoriali e selezionate novità del settore; quest’anno Nfc presenta un progetto del tutto speciale per offrire ai visitatori, oltre ai titoli selezionati di piccoli e medi editori italiani ed esteri, “quaderni d’autore” in edizione limitata creati ad hoc per gli espositori e gli artisti presenti in fiera. Tra le novità di questa edizione 2017, l’Area Editoria presenterà – oltre alla consolidata partnership con Exibart – nuove collaborazioni con Urban Magazine, Edizioni del Rio e Art Bag, progetto editoriale ideato e curato da Alessandra Alliata Nobili ed Emiliano Zucchini mosso da uno spirito ludico ispirandosi alle buste di figurine.

PREMI I premi previsti per questa Va edizione di SetUp sono 4: il Premio SetUp, il Premio Residenza Casa Falconieri, il Premio Alviani ArtSpace e il Premio Tiziano Campolmi.

Venerdì 27 gennaio, alle ore 20 nell’Area Talk, sarà i annunciato il vincitore del Premio SetUp. Seguirà la proclamazione del Premio Residenza Casa Falconieri, che offrirà all’artista premiato una residenza di dieci giorni presso lo Studio Casa Falconieri. Selezioneranno il vincitore, Gabriella Locci, Presidente Casa Falconieri, Dario Piludo, Direttore Casa Falconieri e il Comitato Direttivo. Infine, il Premio Alviani ArtSpace, che offrirà all’artista selezionato della sezione S.O.S SetUp Open Space l’occasione di realizzare un progetto espositivo per lo spazio Alviani ArtSpace di Pescara. Decreteranno il vincitore la commissione formata dal Comitato Direttivo e da Lucia Zappacosta, Direttore artistico Alviani ArtSpace.

Nell’ambito fotografico, rappresenta una novità il Premio Tiziano Campolmi, premio acquisto, strutturato in due fasi: la prima prevede una selezione on-line aperta fino a sabato 28 gennaio, in cui il pubblico potrà esprimere la propria preferenza sulla pagina Facebook Premio Tiziano Campolmi, attraverso un like sotto l’immagine dell’opera prescelta. Successivamente le 5 opere che hanno raggiunto l’indice di gradimento più alto saranno giudicate da una commissione composta dal Presidente dell’associazione Tiziano Campolmi, Andrea Benericetti, e dal Comitato Direttivo di SetUp. Il vincitore sarà annunciato domenica 29 gennaio alle ore 15.

AREA KINDER Anche l’edizione 2017 si rivolge ai più piccoli. Non mancherà, infatti, l’Area Kinder SetUp, special area dedicata ai bambini, con divertenti laboratori creativi. In linea con il tema guida di SetUp 2017 i laboratori di quest’anno mirano a sollecitare la fantasia dei partecipanti attraverso la sperimentazione, l’ascolto e il gioco per conoscere le diverse sfaccettature dell’equilibrio. Come piccoli artisti a lavoro, i bambini daranno spazio alla fantasia sulle leggi fisiche, creando opere fluttuanti con fili, carta e piccoli oggetti, in cerca dell’equilibrio di pesi e forme messi in discussione dal minimo spostamento d’aria. Come sempre, l’attività laboratoriale sarà affiancata da speciali visite guidate e sarà possibile accedervi previa prenotazione a partire dal 27 gennaio. I laboratori e tutte le attività di Kinder SetUp sono a cura di Beatrice Calia, L’ERBANA, in collaborazione con santostefanoVENTINOVE. Per info e adesioni contattare: bea@beatricecalia.it

AREA FOOD A SetUp visitare la fiera all’ora di cena non è mai stato un problema. Particolare attenzione verrà data come sempre al food: durante la fiera apre ancora una volta il ristorante Il Lumachino che, ispirandosi alla storia raccontata nel romanzo Il ristorante dell’amore ritrovato, vuole essere un luogo in cui ci si riappropria del tempo e della convivialità. I piatti, della cucina tipica bolognese, saranno realizzati da Party Ricevimenti di CAMST, che cura anche la Collectors Lounge e l’area food&beverage al piano terra. Quest’anno inoltre a SetUp si troverà l’esclusiva e particolare Birra Monti prodotta con acqua termale.

MEDIA PARTNER, PARTNER E SPONSOR TECNICI In ordine alfabetico, i media partner di questa eccezionale quinta edizione sono Artfacts.net, Exibart, M2O – Radio allo stato puro, QN – Il Resto del Carlino, Urban Magazine; gli Sponsor tecnici nella felice e straordinaria collaborazione con Camisa 11 Design, Gianpaolo Gazziero, Giulio Cappellini, Agenzia NFC, Luis; e in conclusione, la straordinaria sfilza dei già sopracitati partner: A&G, Algoritmo, Alviani ArtSpace, Associazione Tiziano Campolmi, Birra Monti, Casa Falconieri, Beatrice Calia, Party Ricevimenti, Remember the future, santostefanoVENTINOVE, Terme San Petronio, quest’ultime che offriranno una riduzione del 10% di sconto per coloro che si presenteranno alle terme con il biglietto d’ingresso di SetUp, non solo durante la settimana dell’art week, ma anche quella successiva.

Merita menzione la partnership con Ied – Istituto Europeo di Design Milano: nello spirito di valorizzazione dei talenti creativi, SetUp mette a disposizione 2 agevolazioni del valore di 5.000 euro come SPECIALE BORSE DI STUDIO a chi supererà la selezione e formalizzerà l’iscrizione entro il 28/2/2017 al Master VISUAL ARTS FOR THE DIGITAL AGE. Per informazioni e selezioni: ied.it/master-visualarts. Inoltre, quest’anno, sarà possibile consultare la lista delle gallerie espositrici sulla piattaforma Kooness direttamente online, grazie al progetto di partnership “SetUp Contemporary Art Fair 2017 – Kooness.

SETUP PLUS Torna la piattaforma degli eventi attivi in città durante l’art week, organizzato e coordinato dalla manifestazione fieristica stessa per il terzo anno, con l’intento di coinvolgere la città di Bologna e tutte le realtà interessate a far vivere la propria galleria, associazione, spazio espositivo o locale con mostre e progetti, durante l’art week. Quest’anno SetUp+, si distingue non solo per numero e spessore dei progetti espositivi, ma anche per la ricca varietà di location coinvolte, alcune davvero particolari e suggestive. Per citare qualche esempio, attenderanno il pubblico la mostra collettiva Ciclismo Epico presso Dynamo – La Velostazione; le Terme di San Petronio che porteranno MP5, riferimento internazionale per la street art e il fumetto, con il progetto Blue Narcissus, La casetta dell’artista, molto più di un bed&breakfast, con l’esposizione Tableau Vivant di Elena Fregni, Il Cafè della Paix con la collettiva Progettare Fotografie a cura di Simone Martinetto e Felsinea Factory, lo studio di Miro Architetti che porta a Bologna Anna Capolupo con la mostra Il bello di ciò che non ricordiamo. Ma anche spazi espositivi deputati all’arte come la Galleria B4 con SI VIS PACEM, PARA BELLUM, personale di Zino, a cura di Luca Ciancabilla, PA(E)SAGGI; la mostra collettiva a cura di Gioacchino Montagna presso Fantomars: Atelier Carmen Avilia; la Galleria Portanova 12 con FUCK ALIENS, personale di Fuck Aliens, a cura di Antonio Storelli; Cortile cafè con ASSONANZE, rumori di carta, mostra collettiva a cura di Ass. Civico 32 e La scuola della Carta e tanto altro ancora.

PROGRAMMA SetUp Plus

http://www.setupcontemporaryart.com/2017/setup-plus/

OPENING PARTY: SETU(P)ARTY Il 25 gennaio SetUp aprirà le danze, ancora prima della Platinum Preview su invito del 26 gennaio, con SetU(P)arty, un evento unico e originale per festeggiare il quinto capitolo di questa fiera d’arte contemporanea di alte capacità e straordinario successo. In collaborazione con m2o, media partner della manifestazione, con Wiko, brand francese di smartphone, e Feudo Antico, casa vitivinicola abruzzese, SetUp vi aspetta dalle ore 20 alle 24 presso la meravigliosa Sala della Meridiana in Galleria Cavour (entrata da via Farini 14). Saranno i contenuti di Signal Hills (m2o), il format musicale radiofonico curato da Rame, per l’occasione affiancato dall’ottimo Fabrizio Mammarella, a dar vita alla serata con uno stile inconfondibile e che contraddistingue le loro personalità musicali. Il SetU(P)arty è un evento esclusivo per collezionisti, galleristi e artisti, previa iscrizione sulla piattaforma Eventbrite.it. al link setuparty.eventbrite.it

INAUGURAZIONE 26 GENNAIO 2017 ORE 20.00, SU INVITO

Date e orari:

27/28 GENNAIO 2017 – DALLE ORE 17.00 ALLE 01.00

29 GENNAIO 2017, DALLE ORE 12.00 ALLE 22.00

Ingresso: € 7.00

Gratuito per bambini di età inferiore ai 10 anni

Direzione organizzativa:

051.4122665 | 051.4856976

info@setupcontemporaryart.com

Segreteria Organizzativa

Roberta Filippi

392 9492881 – roberta.filippi@setupcontemporaryart.com

http://www.setupcontemporaryart.com

Facebook: www.facebook.com/setupartfair

Twitter: @setupartfair
Instagram: @setupartfair

 

Pressoffice Culturalia – Bologna, Vicolo Bolognetti 11

Tel. 051 6569105 Cell: 392-2527126

info@culturaliart.com – www.culturaliart.com

Translate »