home Eventi Siena Capitale italiana della cultura per il 2015 scommette sul Contemporaneo e la città del Palio diventa museo d’arte diffusa

Siena Capitale italiana della cultura per il 2015 scommette sul Contemporaneo e la città del Palio diventa museo d’arte diffusa

Un programma dedicato all’arte contemporanea che troverà il suo apice nella settimana dal 9 al 17 ottobre
Siena Capitale italiana della cultura per il 2015  scommette sul Contemporaneo e la città del Palio diventa museo d’arte diffusa. Clet Abraham, Xu Hong Fei, David Glass, Alvin Curran, Cracking Art sono solo alcuni deigli artisti coinvolti in mostre, installazioni e performance. Grande attesa per l’intera settimana di eventi al Santa Maria della Scala che si trasforma nel quartier generale di “Verso”, il network di artisti ed operatori culturali della città riuniti attorno al “tavolo del contemporaneo” nato in occasione degli Stati generali della cultura.
Il 10 ottobre la prima Notte Bianca del Contemporano.

Sarà l’arte contemporanea ad invadere gli spazi di Siena ed incoronarla Capitale Italiana della Cultura 2015. Clet Abraham, Xu Hong Fei, Alvin Curran, David Glass, Cracking Art e tanti altri artisti trasformeranno la città in un museo d’arte contemporanea a cielo aperto, attraverso un esperimento di arte diffusa che cambia il modo di vivere e percepire gli spazi urbani e porta l’arte in luoghi insoliti e nella quotidianità di passanti e turisti, rendendoli protagonisti.
Per un’intera settimana, dal 9 al 17 ottobre, Siena rifletterà sull’arte contemporanea nelle sue più diverse sfaccettature e discipline: dalle arti plastiche alle performance, dalle installazioni alla musica, dal teatro alla danza.
“Nel programma che abbiamo ideato per quest’anno che ci vede Capitale italiana della cultura – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Siena Massimo Vedovelli – abbiamo voluto dare uno spazio importante alle espressioni artistiche contemporanee e lo abbiamo fatto coinvolgendo artisti internazionali e dando spazio alla progettualità partecipata del territorio. Operatori culturali, gallerie, artisti ma anche musicisti, attori, performer e danzatori che hanno discusso per mesi un programma da loro ideato e realizzato che sarà il centro della nostra settimana”.

Cuore pulsante della Settimana del Contemporaneo è il Santa Maria della Scala dove prende forma e corpo “Verso”, un programma di riflessioni sull’Arte e l’Architettura Contemporanea risultato di gruppo di lavoro composto da associazioni, cittadini e istituzioni, nato dall’esperienza dei Tavoli degli Stati generali della Cultura voluti dallʼAmministrazione comunale. Dal 10 ottobre “Verso” animerà il Santa Maria della Scala trasformandolo nel “quartier generale” dell’arte contemporanea con incontri, eventi, mostre, performance, workshop, talk dedicati alla presentazione di progetti già radicati come Starters e Fenice Contemporanea e progetti innovativi come la mappatura degli artisti e della città attraverso i “Luoghi della fuga”. Inoltre sono previste passeggiate con gli artisti sulle tracce del contemporaneo e ogni sera ci sarà un aperitivo con artisti, galleristi ed operatori culturali.

#CRE.DI (Creatività Diffusa) è il programma di installazioni urbane di Siena Capitale Italiana della Cultura di cui sono protagonisti molti artisti internazionali: Clet Abraham che il 10 ottobre, Giornata internazionale del contemporaneo, inaugurerà Sorride Siena facendo sorridere la facciata del Palazzo pubblico in piazza del Campo; Mikayel Ohanjanya lo scultore armeno che ha vinto il Leone d’oro per la Migliore Partecipazione nazionale alla Biennale di Venezia e che sabato 10 otobre presenterà presso la Fondazione Monte dei Paschi la sua opera Materialità dell’Invisibile #5; Alvin Curran il grande compositore e musicista che domenica 11 orchestrerà ben 4 gruppi bandistici in uno spettacolo itunerante che coinvolgerà tutta la città; Xu Hong Fei, artista cinese tra i più apprezzati protagonista della performance Civil Happiness, installazioni urbane in luoghi aperti del centro e della periferia; Cracking Art il gruppo di artisti noto da più di vent’anni per le installazioni di animali giganti in plastica colorata rigenerabile nei contesti urbani di tutto il mondo che ha invaso la città con le rondini giganti simbolo di libertà.

Il programma dedicato al Contemporaneo si arricchirà anche di altri due segmenti: #Siena2015Lab, un programma di performance musicali, improvvisazioni di danza contemporanea all’interno di “Spazi Nudo” nel Teatro dei Rinnovati e la performance collettiva di teatro Siena Featuring David Glass, regista e performer inglese che sorprenderà il pubblico con un evento unico al Parco Urbano Unità d’Italia. Infine #Siena2015Exhib sarà il contenitore che raccoglie tutte le mostre in corso in città. In concomitanza con la Giornata Internazionale del Contemporaneo.

Il 10 ottobre Siena vivrà la sua prima Notte Bianca del Contemporano con molti eventi e negozi aperti per coniugare aggregazione ed espressioni artistiche. Grazie alla collaborazione con Tiemme sarà messo a disposizione di cittadini e turisti un pollicino elettrico che li porterà in tutti i luoghi del Contemporaneo: dal Santa Maria della Scala a San Miniato fino a Taverne D’Arbia e Isola D’Arbia.

La settimana del contemporaneo fa parte del programma di Siena Capitale della Cultura 2015, una produzione del Comune di Siena con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la Regione Toscana e la Provincia di Siena ed è realizzato in collaborazione con l’Università di Siena, l’Università per Stranieri, Fondazione Musei Senesi, Biblioteca comunale degli Intronati, Magistrato delle Contrade, Camera di commercio di Siena, Banca Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Estra, Accademia Musicale Chigiana, Fondazione Siena Jazz, Istituto superiore di studi musicali Rinaldo Franci e Arcidiocesi di Siena, Colle di Val d’Elsa e Montalcino.

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE
Siena Capitale Italiana della Cultura 2015
Natascia Maesi
per IDEM ADV grafica, web & comunicazione
mobile +39 338 3423462 – 335 1979414
natascia.maesi@gmail.com

Translate »