home Anticipazioni, Fiere, Notiziario ARTE FIERA: 2 focus inediti con ospiti stranieri

ARTE FIERA: 2 focus inediti con ospiti stranieri

Due Conversazioni, due focus inediti, proposti per approfondire temi d’attualità sempre più pressanti.

La prima Conversation dal titolo Art in Figures. Arte in Cifre vede Riccarda Mandrini incontrare Jean Minguet, esperto in econometria di Artprice. Il mercato dell’arte svolge un ruolo da tempo dominante in ambito internazionale. Jean Minguet, esperto in econometria di Artprice, introduce alcuni temi guida al mercato e al collezionismo d’arte.

Minguet inizia con una riflessione oggettiva: ‘Gli appassionati d’arte aspirano praticamente tutti, oggi, a diventare collezionisti’. Da qui, egli declina una serie di argomenti utili per muoversi con competenza nel mercato dell’arte e introduce ‘l’art market report’, uno strumento indispensabile per conoscere a fondo il mercato dell’arte e le sue tendenze.

L’esperto di econometria affronterà anche temi come ‘l’analisi dei risultati delle vendite in asta’; le statistiche degli acquisti dei grandi collezionisti mondiali, quindi la direzione in cui sta andando il mercato dell’arte e, per finire, fornirà al pubblico di Arte Fiera una anticipazione sul Art Market Report 2016.

Conversazione, “Arte in Cifre”, Venerdì 29 gennaio, 17,30 – 18,30

La seconda Conversations affronta il tema di “Come nascono le collezioni dei futuri musei e dei musei del futuro”, quindi cosa vedremo nei futuri musei, quindi quelli nati da poco e quelli in costruzione oggi in vari parti del mondo. In conversazione con Riccarda Mandrini, ci sarà Abdellah Karroum, direttore di Mathaf Museum di Doha, tra i primi musei al mondo ad incarnare l’idea di museo del futuro.

Mathaf è un museo giovane (data 2010), con una struttura fisica di grandi dimensioni, – caratteristica dominante dei musei del futuro – capace di accogliere grandi mostre e una vastissima quantità di opere.

Il direttore Karroum introdurrà al pubblico di Arte Fiera diversi argomenti, tra cui, appunto ‘come è nata la collezione di Mathaf’, quindi ‘in che modo i direttori dei grandi musei intendono parlare al pubblico dell’arte del nostro tempo, dell’arte contemporanea e, dell’arte moderna, l’arte prodotta nella storia recente di un paese’.

Così come a quale pubblico si rivolge Mathaf’, ma anche che genere di pubblico intendono formare per il futuro’.

Conversazione Sabato 30 gennaio, 17,30 – 18,30.

Translate »