home Anticipazioni, Fiere, Notiziario ARTEFIERA 2016: sezioni, premi e conversations

ARTEFIERA 2016: sezioni, premi e conversations

ARTEFIERA 2016

Arte Fiera spegne 40 candeline. La Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea, diretta da Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti (al loro quarto mandato), la prima e la più longeva d’Italia torna ad animare Bologna e l’Art Week più atteso dell’anno con 221 espositori, di cui 190 Gallerie che esporranno più di 2.000 opere per oltre 1.000 artisti rappresentati. Un anniversario, in cui l’arte italiana domina i mercati internazionali, stando ai dati forniti dalla Fiera, con la presenza di grandi artisti di arte moderna e contemporanea che registrano record senza precedenti, confermando implicitamente la leadership mondiale tenuta salda da Arte Fiera. Un’edizione speciale quindi, particolare e diversa dalle altre è quella che si prospetta per questo anniversario, con il quale, negli intenti della Fiera, è sottesa la volontà di “storicizzare” il ruolo di vettore per la promozione dell’arte del nostro Paese mantenuto nei suoi quarant’anni di esistenza. Il format prevede quindi, un modello espositivo forte e suggestivo, ma anche solido e scientificamente altissimo, bilanciato dalla presenza di grandi Maestri della scena contemporanea e moderna come Lucio Fontana e Piero Manzoni, ma anche Enrico Castellani, Dadamaino, Turi Simeti, Paolo Scheggi, affiancanti a nomi di generazioni venute dopo come quelli di Gianni Colombo, Giorgio Griffa, Gianni Piacentino, Ettore Spalletti che negli ultimi mesi hanno tenuto mostre personali nelle più importanti Gallerie europee e americane. Un percorso che non si esaurisce solo attraverso i nomi dei singoli artisti ma presta attenzione anche al rilancio sul mercato di diverse correnti artistiche e movimenti che in Fiera occupano ruoli di rilievo, come l’Arte Cinetica, la Pittura Analitica e l’Arte Concettuale italiana, con riscontri sbalorditivi anche fuori dal nostro Paese, come nel caso della grande retrospettiva che il Guggenheim di New York, ha dedicato in questi mesi ad Alberto Burri e che dimostra come le grandi istituzioni museali hanno ormai riconosciuto ai protagonisti dell’arte italiana il ruolo storico che loro spetta.

Ad Arte Fiera espongono gallerie presenti sin dalla nascita del Salone, insieme a nuove proposte di gallerie giovani capaci di offrire uno sguardo verso il domani, rivolto al futuro dell’Arte. Valorizzare l’arte italiana innanzi tutto, come già esplicitato, considerata nella sua evoluzione dalle prime avanguardie del Novecento fino ad oggi, è ciò cui punta Arte Fiera 2016, un obiettivo prestabilito anche nelle richieste indirizzate alle gallerie selezionate, sollecitate a valorizzare gli artisti in un’ottica di scambio e dialogo con il mercato internazionale. Per questo motivo proseguono e sono confermate alcune novità introdotte nel 2014, come il settore della Fotografia e il Focus East, e nel 2015 con le gallerie messe in evidenza con la dicitura “I Protagonisti”. Se da un lato, la scelta di non dedicare un Focus all’internazionalità potrebbe sembrare deficitaria, dall’altra Arte Fiera stringe un dialogo e un coinvolgimento più forte con i collezionisti, che amplia ulteriormente il settore “I Protagonisti”.

Ma la Fiera s’ingrandisce e aggiunge novità: c’è innanzi tutto l’istituzione di “Under 40”. Si tratta dell’indicazione data dalla Fiera a tutte le gallerie partecipanti, di segnalare l’opera realizzata da un artista Under 40 che, selezionata da un comitato d’eccezione, sarà portata alla Pinacoteca Nazionale di Bologna per integrarsi alle opere dei grandi Maestri dell’arte Italiana, protagonisti di una delle due mostre mostra d’eccezione organizzate per festeggiare il quarantennale della Fiera.

Il programma di Arte Fiera, infatti, si espande con “ARTE FIERA 40”, evento speciale, sempre curato da Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti incentrato sulla storia della più longeva fiera d’arte d’Italia.

Per quanto riguarda gli spazi fieristici, invece, quest’anno s’ingrandiscono, con l’aggiunta di padiglione dedicato all’ arte e alla fotografia. Resta, invece confermata la consueta articolazione in 5 sezioni.

Main Section: il vero cuore della Fiera, è quella dedicata alle gallerie di arte e moderna e contemporanea.

Solo Show: la sezione si rivolge alle gallerie che espongono un solo artista all’interno del proprio spazio, quest’anno aperta anche alle gallerie già presenti nella Main section che propongono con un secondo stand uno spaccato monografico. Questa sezione narra la simbiosi tra gallerista e artista, così fondamentale come in molti casi di successo della storia dellʼarte. Fra i Solo Show si segnala quello di Betty Bee intitolato Doppio Sogno a cura di Ciro Delfino e Raffaella A. Caruso, presentato da Eidos Immagini Contemporanee. Betty Bee si presenta al pubblico di Arte Fiera nella sua originale vena performativa con un raffinatissimo lavoro concettuale espresso dai due video Gilda e Incantesimo Lunare e dal lavoro fotografico e pittorico da essi estratto.

Come nel romanzo di Arthur Schnitzler, Betty Bee gioca tra finzione e realtà, vestendo di atmosfera onirica il tema della femminilità e del suo corollario di emozioni e pulsioni: amore violenza incomunicabilità sensualità carnalità.

Nuove Proposte: è rivolata alle gallerie giovani che presentano esclusivamente artisti under 35. Una testimonianza fondamentale del ruolo di ricerca, scoperta e valorizzazione di nuovi talenti e nuovi linguaggi.

I Protagonisti: sono spazi dedicati a gallerie che hanno contribuito a fare la storia dell’arte in Italia selezionate da un pool di collezionisti, invitati a esporre anche materiali informativi tratti dai loro archivi. La sezione, in verità integrata alla Main Section, è realizzata con il contributo di Galleria Continua, Galleria Milano, Lia Rumma, Studio La Città e Tega. Sulla scia, quindi, dell’esperienza passata di Lorenzo Paini, sono coinvolti in questa edizione due collezionisti chiamati a dare le loro personali indicazioni ai galleristi che hanno contribuito con il loro lavoro alla storia dell’arte moderna e contemporanea in Italia. Ciò consente la possibilità per il pubblico di confrontarsi con una lettura innovativa e non convenzionale delle tendenze in atto nel mondo dell’arte moderna e contemporanea, anche con nuove sollecitazioni per il mercato.

Fotografia: è la sezione realizzata in collaborazione con Mia Fair – Milan Image Art Photo Fair e curata da Fabio Castelli: un’area che conferma un trend a livello mondiale e vede un significativo incremento di interesse per la fotografia come linguaggio d’arte.

LE CONVERSATIONS

Il progetto curatoriale di Arte Fiera 2016 si focalizza ancora una volta su una serie d’incontri rivolti ai collezionisti e non solo. Le Conversations, che hanno come oggetto la ricorrenza della quarantesima edizione della manifestazione, con il coinvolgimento di esperti e protagonisti italiani e internazionali, riflettono sulle interrelazioni e le influenze che Arte Fiera ha portato alla crescita del sistema dell’arte moderna e contemporanea italiana nel mondo.

Curano le Conversations Marcella Beccaria e la giornalista Riccarda Mandrini che ripercorrono l’attività di documentazione artistica e scientifica, che ha portato alla realizzazione della mostra e alla pubblicazione del volume “Arte Fiera 40”, oltre che analizzare poi i trend più attuali del mercato dell’arte globale e la prospettiva in cui si muovono i musei internazionali nell’ottica della costruzione delle loro collezioni per il futuro.

I PREMI

I Premi sono conferiti agli artisti che si sono misurati con efficacia sul terreno della creatività artistica.

Premio Gruppo Euromobil under 30 si appresta a celebrare il suo primo decennale. Il Gruppo ha confermato la scelta di affiancare al tradizionale Premio conferito da una Giuria di esperti, un secondo riconoscimento assegnato direttamente dal pubblico.Il Gruppo Euromobil, con i marchi Euromobil cucine, Zalf mobili e Désirée divani leader nei sistemi e complementi d’arredo, sarà quindi ancora una volta partner principale della Fiera Bolognese. I fratelli Lucchetta incontreranno i visitatori, i galleristi e gli artisti nel proprio spazio “I luoghi dell’arte, i luoghi del design” dedicato a selezionati prodotti di design oltre che alle precedenti nove edizioni del “Premio Gruppo Euromobil under 30”.

Premio della Fondazione Arte Scienza Videoinsight sarà assegnato all’opera esposta che maggiormente trasmette benessere psicofisico e coinvolge mente e affettività, a livello conscio e inconscio.

Premio Rotary Valle del Samoggia. Il Premio, istituito per promuovere la cultura dell’arte contemporanea fra le giovani generazioni e per divulgare i principi del Rotary, si avvale di una stretta collaborazione con il Distretto Rotary International 2072 Emilia- Romagna e San Marino, con il Rotaract Bologna e con la Libera Accademia di Studi Caravaggeschi “Francesco Maria Cardinal del Monte” ed è assegnato all’installazione più creativa presentata ad Arte Fiera.

http://artefiera.it

Translate »