Sam Durant, MACRO Roma

Dal 24 aprile e fino al 1 settembre, nella sala Bianca il MACRO di Roma ospoita la mostra dell’artista americano Sam Durant, a cura di Bartolomeo Pietromarchi. La sua ricerca è spesso legata a diverse tematiche sociali, politiche e culturali proprie della storia americana – dal movimento per i diritti civili alla musica rock del sud – come rivelano varie opere in mostra. I suoi lavori più recenti mostrano invece un interesse per la storia italiana, in particolare verso il movimento anarchico attivo alla fine del XIX secolo. Una serie di busti incompiuti di anarchici livornesi, posti davanti a drappi neri e ac- compagnati da contenitori esplosivi con incise loro citazioni, costituisce Propaganda of the Deed (2011), una serie di opere scultoree in cui fatti e storia si incrociano per raccontare un Paese, la vita di un territorio – quello di Carrara – e il suo sfruttamento. Concludono l’esposizione vari disegni di grandi dimensioni, provenienti da collezioni private italiane e realizzati tra il 2001 e il 2004, e alcuni progetti inediti pensati appositamente per il MACRO.

Sam DurantBlack Flag, Unfinished Marble (Gino Lucetti), 2011 marmo di carrara, bandiera di raso, tubo in acciaio dimensioni variabili: busto, 46 cm x 28 cm x 26 cm (Courtesy Franco Soffiantino Contemporary Art Productions Copyright Dario Muzzarini – Stefano Monti) Senza titolo

Translate »