home Grandi mostre, Notiziario, Personaggi Speciale Arte Estate 2012 Roma

Speciale Arte Estate 2012 Roma

La proposta estiva del MACRO parte da una ricognizione sulla luce dal titolo NEON. La materia luminosa dell’arte, collettiva ideata e curata da David Rosenberg per La Maison Rouge di Parigi, e co-curata da Bartolomeo Pietromarchi, con opere di Kosice, Calzolari, Morellet, Nannucci, Varisco, Flavin, Kosuth, Mario Merz, Nauman, Emin, Fontaine, Golia, Rhoades, Tayou, Vedovamazzei. Prosegue con la mostra Rifugi di Gregorio Botta, L’immagine è un bisogno di confine di Claudio Cintoli e Re-Generation, progetto espositivo che intende fare il punto sull’evoluzione del panorama artistico e culturale della città di Roma negli ultimi dieci anni con lavori (tra gli altri) di Zarka, Orlando, Pecoraro, De Luca, Na- sini, Rä di Martino, Bonfili, Squillacciotti, Ruffo, Maggi e goldiechiari. La Galleria Nazionale d’Arte Moderna propone Warhol: Headlines, prima grande mostra dedicata al rapporto di Andy Warhol con l’informazione giornalistica (la produzione di Headline Works attraversa tutta la carriera dell’artista), a cura di Molly Donovan (National Museum, Washington), mentre commissario della mostra a Roma è Angelandreina Rorro anche curatrice, insieme a Pier Paolo Pancotto, della mostra Realtà Parallele di Alberto Di Fabio, artista alla sua prima personale in una istituzione pubblica italiana. Il pittore abruzzese, la cui ricerca da sempre spazia tra accenti ora realistici ora astratti, ora ottico/cinetici ora spirituali, presenta un progetto specifico calibrato sugli spazi di raccordo tra il nucleo più antico e quello più moderno del museo. La Fondazione Quadriennale – Villa Carpegna presenta L’arte negli anni ’70 le parole e le immagini, ciclo di dieci appuntamenti a cura di Daniela Lancioni con l’intento di gettare un nuovo sguardo sull’eredità della cultura visiva italiana di un decennio particolarmente fecondo. Apre la rassegna I videogiornali della mostra, a cura di Filiberto Menna, per proseguire via via fino al 21 novembre con Sandro Chia, Jannis Kounellis, Michele Zaza, Carlo Maria Mariani, Maurizio Mochetti, MUeL – La videoteca di Luciano Giaccari, Luigi Ontani, Art/Tapes/22 e, infine, Gli anni Settanta nella Videoteca GAM. All’Accademia di Francia – Villa Medici Tapis Volants, mostra curata da Philippe-Alain Michaud (Centre Pompidou), analisi del Tappeto Volante dalla sua dimensione mitica e favolistica, alla natura cangiante di un’opera dell’artigianato che nelle sue migliori espressioni diventa progetto artistico intellettuale. Emmeotto apre le porte del suo nuovo spazio espositivo all’interno di Palazzo Taverna, Emmeotto Living Gallery, con una mostra che raccoglie i lavori digitali di Matteo Basilè, una installazione site-specific di Marco Brandizzi, una grande stampa fotografica di Giacomo Costa, la leggerezza delle opere di Elvio Chiricozzi e lo sguardo volto all’architettura della luce di Serafino Maiorano.

ELVIO CHIRICOZZI, Ciò che non muta, Emmeotto Living Gallery, Roma

Translate »