home Grandi mostre, Inaugurazioni, Notiziario, Recensioni Arts and foods _ l’inaugurazione

Arts and foods _ l’inaugurazione

Un viaggio nella storia, nella memoria e nell’arte. Ha aperto l’8 aprile con una conferenza stampa e una visita in anteprima, il primo padiglione di Expo Milano 2015 alla Triennale di Milano. Tra arte e design, tra dipinti, sculture e arredi, tra suppellettili e oggetti in edizione limitata, si snoda il percorso che copre i 7000 mq dello spazio espositivo, distribuendosi sui due piani e nel giardino. Due progetti, due mostre curate da Germano Celant: Arts & Foods. Rituali dal 1851 e Cucine & Ultracorpi. Due percorsi distinti che si intrecciano e si completano. Due viaggi nel tempo e dell’essenza del cibo, nella sua produzione e trasformazione. Due storie che interpretano e raccontano questo fenomeno sociale. Sono tante le arti che hanno trattato il cibo, dalla musica alla pittura dal cinema al design e che hanno ruotato intorno alla nutrizione e al convivio. Come sottolinea Celant durante la conferenza stampa: “L’idea è stata quella di partire dal 1851, anno della prima Esposizione Universale di Londra”.

La mostra, Arts & Foods. Rituali dal 1851, parte dal piano terra – lato biglietteria – e attraverso 15 ambienti in scala 1:1 che riproducono situazioni domestici e locali / bar, viene raccontato il percorso storico e l’evoluzione della produzione di oggetti e la ritualità e sacralità del cibo. Un percorso nel ricordo. Un salto nella memoria di tutti e nella storia del arte. Una lettura cronologica e a strati, c’è la cultura contadina e quella borghese. Ci sono vetrine per gli oggetti, quadri, sculture, corredi, suggestioni sonore, arredi, elettrodomestici, fotografie, menu, libri, copertine di dischi, video proiezioni, documenti,… una storia da esperire con tutti i sensi. Non solo con lo sguardo. Il percorso procede sempre al piano terra  – a fianco del bookshop – con il racconto del periodo tra gli anni Sessanta e Settanta. Per passare al secondo piano con i lavori di artisti contemporanei. Sempre al secondo piano, passando su di una passerella di legno si entra al Triennale Design MuseumCucine & Ultracorpi, dove elettrodomestici da cucina dai frigoriferi al microonde, dalla caffettiera al contaminuti, ai bollitori, ai mixer, alle gelatiere,… diventano gli elementi narranti di un invasione di “ultracorpi”. Il percorso racconta della trasformazione degli utensili da cucina in macchine autonome che sembrano poter sostituire l’essere umano.

Triennale di Milano
Viale Alemagna 6
20121 Milano
fino al 1 Novembre

Translate »