home Notiziario, Personaggi Bruno Munari | La mostra impossibile

Bruno Munari | La mostra impossibile

Agli inizi degli anni settanta Bruno Munari scrive un piccolo libro, intitolato “Artista e designer”. In un capitolo composto da un paio di pagine il genio milanese espone, con l’elegante ironia che lo ha sempre contraddistinto, il significato di “Pura arte commerciale”.

Successivamente aver fornito alcuni dati storici, cioè quella di una Milano degli anni trenta, romantica, non più esistente nemmeno in cartolina, spiega (o ci avverte?) della preoccupante evoluzione di una tipologia di “creatività” poco fedele al suo compito, tuttavia pura: commercialmente.

La sezione più interessante è la triste storia illustrata di un pittore di pere e bottiglie, compresa tra il 1923 e il 1965. L’uomo guadagnava rispetto dalla sua clientela, e non solo rispetto, per via delle nature morte, sempre identiche. Intorno al 1951, invertendo la posizione dei due oggetti nel dipinto, egli venne attaccato da aspre critiche, perdette l’inspirazione e fu costretto a chiudere il suo mercato.

In questo frammento c’è molto del pensiero di Munari, il quale, attraverso la fruizione di serigrafie autografe e testi dell’autore, fino al 2 aprile (in contemporanea all’antologica di Torino) troverà in Sicilia un approfondimento tematico in una mostra “impossibile”, inaugurata lo scorso sabato 11 marzo da “PUTIA”, il delizioso spazio espositivo di Castelbuono, a pochi chilometri da Palermo.

La mostra unisce in un singolo evento, e in uno spazio che della trasversalità ne ha fatto la propria bandiera, la possibilità di un confronto, attualissimo, tra arte, design e comunicazione.

 

Info:

PUTIA art gallery, cortile Poggio S.Pietro 3bis Castelbuono (PA)

Orari e giorni d’apertura:

lun – ven: 10 – 13,30

sab – dom: 10 – 13,30 / 16 – 20

Contatti: www.putia.eu stefania@putia.eu

 

Translate »