Arte Laguna Art Prize 15.16

Il Premio Internazionale Arte Laguna inaugura a Venezia le mostre collettive della decima edizione del concorso, sabato 19 marzo alle ore 18.
L’Arsenale di Venezia e la sede di TIM Future Centre, aprono le loro porte alle 120 opere d’arte provenienti da 35 Paesi diversi tra i quali troviamo: Australia, Azerbaijan, Cina, Perù, Corea del Sud, Kyrgyzstan, Polonia, Taiwan oltre che all’Italia rappresentata da 21 artisti di Messina, Mantova, Pordenone, Verona, Sassari, Teramo, Lucca, Milano, Massa Carrara, Cuneo, Bologna, Roma, Ragusa, Imperia, Napoli, Firenze.

Il decimo anno è anche tempo di numeri.
In 10 anni hanno partecipato più di 35.000 artisti da 120 Paesi, sono state esposte 1.110 opere a Venezia, si sono strette collaborazioni con 87 partner internazionali, sono stati consegnati 290.000 euro di premi in denaro, ci sono stati 66 giurati provenienti da 15 Paesi nel mondo a giudicare gli artisti candidati, le mostre del premio Arte Laguna sono state visitate da oltre 40.000 persone.

La mostra principale all’Arsenale comprende 30 opere di pittura, 30 sculture e installazioni, 30 opere di arte fotografica, 10 video, 10 progetti di arte ambientale, 5 performance. Gli storici spazi di TIM Future Centre ospitano invece le 5 opere di arte virtuale e digitale realizzate totalmente con l’uso delle nuove tecnologie, della rete e che coinvolgono il vasto mondo del digitale. A selezionare le opere in mostra fino al 3 Aprile direttori di fondazioni e musei, curatori indipendenti, critici d’arte guidati da Igor Zanti il curatore di Milano e direttore di IED Venezia, che segue il premio fin dalla sua nascita: Miguel Amado, Anna Bernardini, Barbara Boninsegna, Denis Curti, Enrico Fontanari, Suad Garayeva, Vasili Tsereteli, Sabrina Van der Ley, Simone Verde, Bettina von Dziembowski.

Durante la serata saranno annunciati i 6 vincitori assoluti e verranno conferiti i 19 premi speciali. I vincitori assoluti – uno per ogni categoria in concorso, si aggiudicheranno un premio in denaro di 7.000 euro ciascuno per un totale di 42mila euro, uno dei quali assegnato direttamente da Thetis SpA, l’azienda operante nel campo dell’ingegneria ambientale con la quale il Premio ha ideato dal 2014 la nuova sezione di concorso dedicata alla Land Art.
Il lavoro della giuria ufficiale è affiancato dalla selezione effettuata dai Partner internazionali del premio che hanno individuato gli artisti con i quali iniziare una collaborazione nel corso del 2016 per la realizzazione di: 4 mostre in galleria, la partecipazione a 3 festival e mostre collettive, l’intervento nella produzione di 2 aziende italiane, la creazione di 10 nuove opere durante un periodo di soggiorno in ambienti multiculturali a contatto con altri artisti, le residenze d’arte.

Tra queste interessanti partnership vi è Swatch, che ospiterà uno degli artisti partecipanti in un programma di residenza presso il The Swatch Art Peace Hotel a Shanghai, una community nella quale artisti provenienti da tutto il mondo lavorano in totale libertà nei 18 studi e appartamenti dell’hotel.
Carlo Giordanetti, Direttore Creativo di Swatch ha commentato: “Swatch ha un forte legame con l’arte e soprattutto con Venezia. Abbiamo già creato un ponte tra Shanghai e Venezia portando gli artist-in-residence dal The Swatch Art Peace Hotel per mostrare la loro arte a Venezia durante la Biennale nel 2015.
Lavorare con Arte Laguna intensifica la nostra dedizione per l’arte e per Venezia e il nostro supporto agli artisti emergenti in un ampio range di discipline creative.”
Sarà possibile conoscere meglio le opere in mostra durante la visita guidata in programma per domenica 20 marzo: alle ore 11 all’Arsenale e a seguire alle ore 15 presso TIM Future Centre.

Gli artisti finalisti



Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
19/03/2016 / 18:00 - 22:00

Luogo
TIM Future Centre