Sea Watch. See, touch. Too much (speech).

Abbiamo una disperata, sadica voglia di essere spettatori. Spettatori attivi, radical, dinamici nel gusto. Di quelli che, tailleur, smoking, uova e pomodori in mano, attendono di riempire di mortificazione l’attore: sul suo palco, al suo spettacolo, di fronte la sua platea; subito dopo una gaffe, una battuta dimenticata, uno starnuto, una qualsiasi distrazione… che zac! …

Tracce nel tempo, Juan Esperanza a Villa Aurea

Secondo le più autorevoli fonti, le tradizioni culturali dei popoli dell’America centrale precolombiana, basate su un tipo di società stanziale e con un’economia agricola organizzata, risalirebbero al II millennio a. C. Gli scambi intrattenuti con le popolazioni “dirimpettaie” del sud America, seppure insediate a migliaia di chilometri di distanza, erano frequenti: e a testimoniarlo sono …

Migrantes, la speranza

Nonostante l’uomo faccia di tutto per trasformarsi in sedentario, lo sforzo è vano. Anzi, ridicolo. Perché la nostra specie è viva e in cerca di una speranza costante; in altre parole, è migrante (basterebbe concentrarsi un paio di secondi per comprenderlo). Tuttavia, contro corrente all’anima che spinge a vivere, o al desiderio di creatività che …