Do ut do: La morale dei singoli negli scavi di Pompei

Do ut do- La morale dei singoli, progetto artistico virtuoso promosso dall’Associazione Amici della Fondazione Hospice MTChiantore Seràgnoli con la finalità di sostenere attraverso raccolte fondi l’omonimo ente no-profit di Bologna, dopo aver fatto tappa quest’anno in varie sedi in occasione di  Arte Fiera , si trasferisce a Pompei. Una biennale avviata nel 2012 che rinnova …

DIVERSIONI. Centro Luigi di Sarro

A volte può capitare che differenti modalità espressive, percorsi formativi e criteri artistici siano volutamente messi a confronto per esaltarne divergenze arrivando poi, in seconda battuta, ad accorgersi dell’esistenza di assonanze nascoste in modus operandi e/o risultati affatto dissimili. Premessa, questa, indispensabile per introdurre l’osservatore-lettore nell’atmosfera da me percepita in “Diversioni”. Visibile al Centro di …

First Commissions – Giovani artisti australiani all’ABA di Firenze

Oggi giovedì 4 luglio fino alle ore 19,00 all’Accademia di Belle Arti di Firenze – Via Ricasoli, 66 (accesso gratuito) sono protagonista i più interessanti artisti australiani emergenti grazie ad un’iniziativa promossa dall’Università di Melbourne insieme all’Accademia di Belle Arti di Firenze e alla Galleria dell’Accademia di Firenze. Gli artisti, ispiratisi all’opera del David di Michelangelo, si sono interrogati sull’idea di …

Kaleidoscope

Nella gerarchia delle istituzioni artistiche i musei troneggiano per ampiezza degli edifici che talvolta appaiono come dei labirinti temporali, trascinando gli spettatori in un viaggio negli anni passati. Spesso sono disorientanti e ci rendono saturi per l’immensità delle informazioni che ci circonda, ma siamo sempre capaci di riattivare l’attenzione quando ci troviamo di fronte ai …

Il corpo della Voce

Riprendendo le fila del discorso iniziato con la mostra parigina La Voix Libérée – Poésie sonore al Palais de Tokyo, incentrata sui protagonisti della poesia sonora prodotta dalla fine della Seconda Guerra Mondiale agli esiti contemporanei e le relative sperimentazioni, l’esposizione “Il corpo della Voce. Carmelo Bene, Cathy Berberian, Demetrio Stratos” ripercorre gli eventi che …

Cazzotto #3: invasioni d’arte nell’acropoli perugina

di Andrea Baffoni Prende il nome dallo storico cioccolatino della Perugina: il Cazzotto, l’originario Bacio, suggerendo un colpo fulmineo, un’azione di pacifica guerriglia culturale per scuotere le antiche mura del centro storico. Non è un dolce però, ma l’evento artistico svoltosi nel centro storico di Perugia dal 10 al 12 maggio 2019, giunto alla sua …

INCERTA et.cetera

Si è appena chiusa INCERTA et.cetera. Presentata dal Collettivo Curatoriale dell’VIII edizione del Master of Art della Luiss Business School, dal 6 al 19 dicembre 2018 presso gli spazi di Fòndaco in via della Frezza a Roma, l’esposizione è stata curata dai 36 studenti del corso, sotto la supervisione scientifica di Achille Bonito Oliva. I ragazzi si sono dedicati all’intera realizzazione …

IN/ACTION – Noia e tecnologia

Si è inaugurata l’8 Novembre e resterà aperta fino al 9 Dicembre IN/ACTION. Contro lo scacciatempo, la noia, una mostra interessantissima negli spazi strepitosi del Museo Santa Maria la Scala, a Siena. Curata da una generazione di giovani brillanti, Lisa Andreani, Matteo Binci, Gloria Nossa e Milena Zanetti, l’esposizione presenta opere di artisti di diverse …

La Vita Materiale. Otto stanze, otto storie

La Vita Materiale. Otto stanze, otto storie, un progetto di Marina Dacci
L’esposizione inaugura una nuova stagione del contemporaneo della Fondazione Palazzo Magnani e presenta la ricerca di otto artiste italiane – Chiara Camoni, Alice Cattaneo, Elena El Asmar, Serena Fineschi, Ludovica Gioscia, Loredana Longo, Claudia Losi, Sabrina Mezzaqui – accumunate dall’impiego e rigenerazione di materiali spesso umili e tradizionalmente associati all’ artigianato che trova un originale spazio nel loro lavoro artistico.
La mostra offre interessanti connessioni con l’antologica che Palazzo Magnani di Reggio Emilia dedica, in contemporanea, a Jean Dubuffet.

MANIFATTURA DELLE ARTI – BOLOGNA

La contemporaneità si manifesta nel suo duplice aspetto con l’apertura della stagione espositiva alla Manifattura delle Arti di Bologna: a dimostrarlo sono le inaugurazioni di CARDRDE, GALLLERIAPIÙ, LocaleDue,P420 avvenute contemporaneamente il 29 settembre scorso, un fare sistema che premia per presenza di pubblico e sinergie. CAR DRDE apre con la mostra personale di Damien Meade (Irlanda, …

Thinga Things: il posto perfetto dove stare a Lubiana

Che cos’è Thinga Things? la risposta più semplice e scontata ci porta a dire che si tratta di una mostra, quella più articolata e indubbia è che a Lubiana, l’artista Alessandro Di Giampietro, ideatore del progetto realizzato con il supporto di Cirkulacija2, ha creato un evento diffuso dove il “luogo”, o meglio alcuni angoli dell’intera …

“Art Monsters – Articolo 3”

Molteplicità. Questo è sicuramente l’elemento che caratterizza la mostra “Art Monsters – Articolo 3” che a Perugia, presso il Museo Civico Palazzo della Penna, rimarrà in calendario fino all’8 luglio 2018, a cura di Gianluca Marziani, direttore del Museo Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto. Una mostra che vede coinvolte ben sedici firme: Marco Buzzini, …

65 finalisti alla Fondazione Dino Zoli – Arteam Cup 2018

Per il quarto anno consecutivo l’Associazione Culturale Arteam presenta la mostra dei finalisti del concorso Arteam Cup, ospitata quest’anno dalla Fondazione Dino Zoli di Forlì, con 65 artisti finalisti under e over 30. Quattro nuclei tematici principali che si susseguono nelle sale di uno spazio ampio e luminoso in cui si inseriscono numerosi media che vanno a …

Centometriquadri per Attianese, Maietta, Pantano e Perone

Inaugurata lo scorso ottobre 2017, la neonata galleria Centometriquadri Arte Contemporanea di Sergio Gioielli e Maria Gagliardi, sita in Santa Maria Capua Vetere, ha esordito mostrandosi immediatamente come spazio di libero confronto artistico e culturale attraverso una proposta espositiva capace di mettere in dialogo le energie del territorio e consolidate realtà nazionali. Michele Attianese, Pietro Maietta, …

La Dimensione Fragile dell’arte in mostra alla Biblioteca Vallicelliana

Qual è il ruolo dell’artista, la sua consapevolezza, il suo campo di azione in questo tempo instabile e confuso? Siamo tutti fragili e quando ci riconosciamo in questa dimensione, può questa diventare il punto di partenza per nuovi percorsi, nuove idee artistiche, e nuove istanze sociali e politiche? Da questo interrogativo e dalle suggestioni maturate …

TENSIONI STRUTTURALI #3

Ultimo capitolo di una trilogia di mostre, proposte dalla Galleria Eduardo Secci, quello più atteso perchè la serialità crea aspettativa e incute risposte: Tensioni Strutturali curata, come le precedenti, da Angel Moya Garcia dopo aver indagato sul ruolo centrale dell’individuo nella costruzione dello spazio percepito e sulle possibilità della materia come elemento di rappresentazione, ora …

Il moto ondoso dell’opera in mostra alla Z2O Sara Zanin Gallery

Moto Ondoso Stabile allestita presso Z2O Sara Zanin Gallery di Roma è una mostra da “attraversare” facendosi condurre da un movimento fluttuante, oscillante, instabile o meglio, come recita il titolo, ondoso. Un moto che segue la superficie dell’opera e insegue le sue increspature, le pennellate, le forme, le apparizioni della pittura. Le opere di Jinn …

Made in America. Le mille luci di New York alla Galleria Open Art

Il primo vero confronto fra l’arte europea e quella americana risale al 1913 quando, nell’ambito dall’«Armory Show» di New York sono esposte opere che non lasciano dubbi sul condizionamento che l’arte del Nuovo Mondo subiva nei confronti di quello Vecchio. Tuttavia, è in quella storica mostra che iniziano a tracciarsi i contorni di quella che …

La carta: spazio, forma, opera

Ristabilire il rapporto dell’artista con lo spazio primario della creazione e della progettazione dell’opera d’arte: il critico e curatore Lorenzo Madaro individua nel foglio di carta il luogo, aperto e finito allo stesso tempo, nel quale l’opera conquista la sua prima e autonoma compiutezza, eludendo la consuetudine di definire la “carta” un non luogo, la …